Sarzana, riunione pubblica per la rinascita di Bradia In evidenza

di Luca Manfredini – Sul tavolo la riqualificazione totale del quartiere: si aggiunge al Ponte sul Calcandola anche una passerella ciclopedonale al Miro Luperi.

Mercoledì, 24 Aprile 2019 16:34

 

Sabato 4 maggio alle 10.30 la Sala Consiliare di Palazzo Roderio aprirà i suoi battenti alla cittadinanza per presentare gli interventi previsti e attesi che dovrebbero risolvere le tante problematiche di Bradia: ponte sul Calcandola, nuova viabilità di via Paradiso, riqualificazione del sistema viabilistico compreso del ponte della Budella e la nuova passerella pedonale leggera.

Questa passerella nasce con lo scopo di migliorare l’accessibilità alla città utilizzando il parcheggio Stadio esistente e, contemporaneamente, dare continuità alla pista ciclabile sul Canale Lunense.

Una struttura ad arco-trave di circa 33 metri per una larghezza di 2,5 metri in grado di garantire ciclopedonalità e contribuire alla funzionalità del progetto di riassetto in corso.

Un progetto importante che, oltre alla realizzazione della nuova campata sul torrente sarzanese, andrà di fatto a ridisegnare l’intero quartiere pensandone una viabilità nuova all’insegna in primis della vivibilità dei residenti, ma anche della fruibilità degli sportivi e degli appassionati che lo attraverseranno per raggiungere gli impianti della zona.

Il futuro sarà l’ambita Cittadella dello Sport priva però delle impattanti conseguenze sulla delicata viabilità dell'area.

Come noto la Giunta Toti aveva annunciato lo scorso 9 marzo lo stanziamento dei finanziamenti del Fondo Strategico 2019 per finanziare la parte più consistente dei lavori, oggi così dettagliati:

  • Ponte sul Calcandola: totale investimento 2 milioni e 600mila euro di cui 2 milioni e 470mila di contributo regionale e 130mila euro da parte del Comune
  • Ponte Budella: totale investimento 120mila euro di cui 114mila da contribuito regionale e 6000 cofinanziati dal Comune
  • Passerella Calcandola: totale investito 492.500 euro di cui 467.875 euro da contributo regionale e 24.625 euro cofinanziato dal Comune
  • Riqualificazione sistema viabilistico: totale investimento 396.275 euro di cui 389.975 euro da contributo regionale e 6300 euro finanziati dal Comune.

Nello studio è stata fatta l’analisi di tutti gli interventi necessari per garantire un riassetto funzionale della rete infrastrutturale a servizio dell’intero quartiere, con particolare riferimento a via Paradiso, in un aumento generalizzato della sicurezza stradale nei tratti considerati ed un miglioramento dell’accesso al Polo Sportivo.

Studio dei dati di traffico nei nodi principali dell’area quindi, classificati in flussi di attività interne e flussi di attraversamento, oltre ad analisi delle criticità del torrente Calcandola (ed eventuali opere connesse), raccordi con la viabilità esistente e diminuzione del rischio di incidentabilità.

Su via Paradiso e via Alfieri verrà attivata una circolazione a senso unico che vedrà il senso di marcia salire lungo via Alfieri sino al nuovo ponte e ridiscendere lungo via Paradiso per arrivare a via Falcinello.

Tra via Paradiso e via Falcinello è prevista inoltre la realizzazione di una nuova rotatoria.

Il progetto del nuovo ponte prevede il contestuale spostamento a monte di circa 50m della briglia esistente per garantire il franco idraulico previsto dalle vigenti normative. Un ponte a travata a monte del guado esistente: a via inferiore di luce pari a circa 60 e con pianta a forma svasata per migliorare gli accessi in sponda destra con rettifica della viabilità esistente, con profilo ad arco per consentire il rispetto del franco idraulico ai sensi delle NTC 2018 ed il raccordo con la viabilità esistente in sponda destra. Due corsie di larghezza pari a 3m oltre a banchina e marciapiedi.

Sul ponte della Budella si prevedono interventi di risanamento generale della struttura, atti ad eliminare le limitazioni imposte dagli studi eseguiti in seguito all’ordinanza di chiusura successiva all’intervento del corpo dei Vigili del Fuoco.

I successivi livelli di progettazione riguarderanno la demolizione e ricostruzione delle parti ammalorate, il ripristino della soletta superiore, la sostituzione delle parti ammalorate delle barriere di protezione, ecc.

Soddisfazione espressa dal sindaco Cristina Cristina Ponzanelli che del progetto di riqualificazione infrastrutturale radicale del quartiere Bradia ha fatto una priorità del suo mandato e che già lo scorso dicembre aveva annunciato l’accordo raggiunto con “Itec Engineering” per lo studio e il progetto di prefattibilità.

Ricordiamo quindi l’appuntamento per la presentazione di questo importante progetto di trasformazione del quartiere Bradia: sabato 4 maggio alle ore 10.30 in Sala Consiliare verranno presentati ai cittadini tutti i dettagli.

 

In allegato il piano con ulteriori specifiche.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Download allegati:
Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

In vendita vino, olio e miele per il potenziamento tecnologico della cantina. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Avviato il tavolo tecnico-politico per garantire la continuità occupazionale dei 158 lavoratori di Coopservice che prestano servizio in ASL5. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa