Tavolo sulla sanità, i sindacati: “Un nostro importante risultato” In evidenza

Soddsfazione per il percorso di "presa in carico" dei pazienti, restano dubbi sull'organico.

Giovedì, 14 Marzo 2019 12:04

 

“L'avvio del tavolo tra Cgil, Cisl, Uil, Asl 5 e Comune della Spezia è un importante risultato; tanto più per la presenza, per la prima volta, dei medici di base. Quest'ultimo è un fatto nuovo, di significativa portata, frutto di anni di piattaforme, rivendicazioni e di lotte sindacali.” Così le segreterie confederali, dei Pensionati e della Funzione Pubblica di Cgil, Cisl e Uil, che continuano: “Abbiamo spinto molto per ottenere un tavolo in cui stiamo parlando del crono programma del nuovo ospedale, ma soprattutto della situazione attuale della sanità spezzina, a fronte dello stallo per la costruzione del Felettino. Anche grazie alla presenza dei medici di medicina generale, da noi fortemente voluta, è passato il concetto della “presa in carico” del paziente, specialmente per i cronici, e come elemento per attenuare le liste di attesa. L'utente non sarà più lasciato solo, non sarà più perso negli ambulatori tra visite ed esami; ci saranno veri e propri percorsi diagnostici, di cura e riabilitazione, in particolare per diabete mellito, bronco pneumo patia, scompenso cardiaco e demenza. Percorsi per cui abbiamo chiesto il monitoraggio costante e la verifica finale, entrambi accordati. “

Concludono i sindacati: “L'Azienda ci ha presentato un progetto complessivo, un nuovo percorso che, se da una parte risponde alle nostre richieste, dall'altra evidenzia alcune criticità, come la persistente carenza di organici e la mancanza di una regia gestionale complessiva. Elementi sui quali siamo intenzionati a continuare un confronto con gli altri attori presenti al tavolo. “

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
CGIL

Via Bologna, 9

Tel.: +39 0187547111
Fax: +39 0187516799

www.cgillaspezia.it/

Ultimi da CGIL

La Cgil lancia l'allarme: "Politica regionale non ha saputo affrontare il tema della destagionalizzazione". Leggi tutto
CGIL
Secondo Cgil, Cisl e Uil non dovrebbe essere venduto ai privati, ma diventare un ospedale di comunità. Leggi tutto
CGIL

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa