Sarzana, accesso stagionale libero in centro storico? In evidenza

di Luca Manfredini – “ZTL chiusa per tutti o aperta per tutti” è la provocazione che sale dal sofferente commercio sarzanese.

Mercoledì, 20 Febbraio 2019 16:27

Una proposta più volte lanciata come antidoto ad una crisi che prosegue senza sosta e falcidia piano piano i commercianti della città: un’apertura serale al traffico che incentivi i papabili clienti a fare shopping e/o cenare in centro.

A porsi come alfiere dell’iniziativa è Stefano Tognoni, titolare dell’antica pizzeria “Da Silvio” in piazza Luni, che in versione “uomo sandwich” ha sfilato lungo le vie con il cartello provocatorio: “Z.T.L chiusa per Tutti o aperta per Tutti”.

Tognoni e la sua famiglia sono ben conosciuti e stimati nella città ed è risaputo quanto lo stesso non sia propenso a “mandarle a dire” ma si metta in gioco sempre in prima persona.

Sui 110 commercianti della città da lui consultati, così ci ha spiegato, ben 105 hanno appoggiato l’iniziativa, uno si è detto contrario e 4 non avevano i titolari in negozio al momento della chiamata.

“E’ l’ora di avviare la discussione e decidere davvero qualche cosa, troppo tempo che se ne parla solo, senza mai arrivare al dunque – spiega Tognoni contattato telefonicamente – la Z.T.L così come è non funziona e non ci sta bene. Sono propenso anche a chiuderla se necessario, ma a tutti. La questione è che va regolarizzata al più presto, o chiusa o aperta per tutti. Entrate più o meno regolari e sosta selvaggia dovunque anche in orari non consentiti mentre i negozi faticano ad andare avanti e non sono aiutati, mentre sappiamo bene quanto sia importante il commercio per la sopravvivenza stessa della città – spiega poi la loro richiesta – Consentire l’accesso e la sosta per 30/45 minuti dalle 18 in poi invoglierebbe a servirsi dei commercianti del Centro storico ora sofferenti, vuoi per fare shopping, vuoi per entrare quando è freddo e piovoso per lasciare la famiglia in centro e andare poi a cercare un parcheggio – conclude – anche Lerici è ritornato sulle sue scelte e sembra funzionare, facciamolo anche noi, con la dovuta serietà e controllo ma facciamolo. Riapriamo nel periodo invernale che è quello notoriamente più difficile, perlomeno proviamoci visto che è un tentativo a costo zero. Se non funziona si può sempre tornare indietro”.

In seguito all’iniziativa i commercianti sono stati convocati per il primo pomeriggio di giovedì nella sede della Polizia Municipale, un primo tentativo di ascolto per valutare la cosa.

Una possibilità da valutare già lanciata anche durante la campagna elettorale dal gruppo “Sarzana per Sarzana”, della cui proposta si era fatto promotore l’Avv. Paolo Mione.

Una revisione oraria della zona limitata al traffico quindi per assicurare, o meglio, per provare a dare un po’ di ossigeno al commercio oberato da crisi, parcheggi a pagamento considerati troppo esosi e centri commerciali nati a dismisura fuori dalla città.

Una revisione di una zona limitata al traffico che poi, in fondo, tanto limitata non è e le entrate, regolari o meno, sembrano troppo numerose rispetto al numero dei residenti e le macchine parcheggiate non sono poche.

La chiusura totale scatta ora dalle 14.00 alle 02.00 di notte ma il viavai pare costante, la richiesta sarebbe di fare pedonale pieno dalle 14 alle 18, e poi aprire per consentire agli interessati l’accesso.

Le vie sottoposte all’eventuale nuovo flusso sarebbero: via Gramsci, via Landinelli e via Bertoloni, quelle appetibili ad un parcheggio orario sarebbero, sempre secondo Tognoni, via Landinelli, via Bertoloni e magari anche piazza Luni.

“Dopo 60 anni di lavoro costante mi ritrovo a valutare se lasciare anche io il centro, chiudere la mia sede storica e trasferirmi lungo la variante – aggiunge il titolare - alla sera in inverno è un deserto e tanti sono i ristoratori che ormai preferiscono non aprire, resistono ma aprono solo a ridosso del weekend”.

L’argomento non è di facile valutazione e sarà compito della nuova Amministrazione vagliarlo bene.

Un argomento che già impazza sui social sarzanesi e rischia anche di andare a dividere in due la città: tra i cittadini che non vedono di buon occhio macchine e parcheggi aggiunti e commercianti che invece li reputano importanti (senza dimenticare i negozi posti nelle vie utilizzabili dal cambiamento, che mal gradirebbero traffico e parcheggi).

Autore
Vota questo articolo
(1 Voto)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

L’Amministrazione risponde ai consiglieri Melley e Centi. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Le operazioni di recupero inizieranno domani mattina intorno alle 8.00. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa