Ecco i 5 possibili nuovi volti di piazza del mercato (Fotogallery) In evidenza

di Francesco Truscia - Oggi sono stati svelati i 5 progetti finalisti per la riqualificazione di piazza Cavour.

Martedì, 22 Gennaio 2019 18:35

5 possibili nuovi volti per la piazza del mercato del futuro. Sono proprio 5 (su 13) i progetti che hanno raggiunto la seconda fase del processo partecipativo che porterà alla riqualificazione di Piazza Cavour.

Dopo una prima fase di ascolto dei cittadini e degli operatori commerciali (tramite il questionario da compilare sia tramite internet sia negli stand predisposti nella piazza), è nata un’analiisi dei fabbisogni e delle necessità utili per stilare il bando di gara. “Sono stati presentati 13 progetti e la commissione ha finito i lavori da poco stabilendo i 5 migliori che accedono alla seconda fase che prevede la realizzazione di un progetto di fattibilità -ha dichiarato il sindaco Pierluigi Peracchini - Successivamente si assegneranno i premi previsti dal bando (a scalare 10mila euro al vincitore, 7mila euro al secondo classificato, 5mila euro per il terzo, quarto e quinto posto). Tra i 5 progetti finalisti l’amministrazione deciderà quale realizzare”.

Vediamo chi sono, nell’ordine di punteggio ottenuto, i 5 progetti selezionati per la seconda fase:

1) A2D2 Cappelletti e Sergiampietri architetti associati – Fabrica di architettura e ingegneria, Società Archimede.

Questo primo progetto prevede la sostituzione delle vele con un'onda. È previsto anche un cambiamento per gli spazi esterni dal punto di vista architettonico, mentre sono previsti dei livelli superiori a cui si accede da una scalinata. È prevista anche l'aggiunta di spazi di slow food localizzati al piano terra.

2) Raggruppamento formato da Laura Falcone, Bruna Vendemmia, Luisa Romano, Elena D’Errico.

In questo caso è prevista la demolizione delle vele e dei pilastri per dare continuità visiva tra la piazza e il sistema degli spazi pubblici sul lungomare.

3) Raggruppamento formato da Riccardo Maria Nardone, Filippo Franchetti Rosada, Enrico Fazzino, Fabio Cimmino.

Il terzo progetto prevede la realizzazione a piano terra di un'area parcheggio (180-200 posti auto), quindi il mercato viene spostato, pur mantenendo la struttura, al piano superiore.

4) Raggruppamento formato da Gaspare Chiodo, Studio ProGis, Paolo Caruana, Francesco Bellotto, Andrea Presti, Francesco Nahuel Botticchio.

 Il quarto progetto prevede di mantenere intatte le vele creando delle zone a tema tipicamente spezzino, con due volumi di ampliamento sotto le vele destinati allo slow food. 

5) Exa Engineering srl, Ingegneria e Servizi srl.

Il quinto progetto prevede la realizzazione di un mercato chiuso perimetralmente, in continuità con corso Cavour e permetterebbe di creare un "centro commerciale" di prodotti locali di alta qualità.

Nella fotogallery in allegato potete trovare i rendering dei 5 progetti a coppie di 2 (i primi 2 rendering sono relativi al primo progetto selezionato, i secondi due rendering al secondo progetto selezionato e così via).

Si tratta di un primo punto di arrivo ma anche di partenza come ricorda l’assessore Luca Piaggi: “La fase partecipativa non si chiude, chiederò di essere audito nella terza commissione per presentare i progetti. Il prossimo appuntamento sarà tra un mese circa, per vedere i progetti di fattibilità dei 5 selezionati. A quel punto si andrà alla fase decisionale, ovvero quello che vogliamo concretizzare”.

Il bando dettava precisi requisiti e le 5 idee progettuali che sono giunte alla seconda fase sono quelle che rispondono alle prescrizioni dello stesso bando. La commissione tornerà operativa quando i 5 progettisti presenteranno (tra circa 40 giorni) i progetti di fattibilità come ricorda il Direttore del Dipartimento I Rosanna Ghirri: “A quel punto inizierà una fase di valutazione con la quale avremo la vera graduatoria dei vincitori. La rosa riparte da oggi senza punteggio, i 5 progetti selezionati ripartono tutti pari grado”.

Quali sono le tempistiche? Dopo la presentazione dei progetti di fattibilità nel mese di marzo, ci saranno le fasi successive di progettazione definitiva ed esecutiva che richiederanno 6 mesi e ad inizio del 2020 si aprirà il cantiere.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Download allegati:
Autore
Vota questo articolo
(1 Voto)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa