Il nostro Gabriele Cocchi querelato dall’ex manager di Atc Goretta, il giudice archivia: “Non c’è diffamazione" In evidenza

Il gip Marinella Acerbi riconosce che i due articoli incriminati erano di interesse pubblico e rientravano nel diritto di critica e cronaca.

Domenica, 13 Gennaio 2019 16:30

È stata archiviata ieri la querela per diffamazione dell’ex amministratore unico di Atc Renato Goretta, oggi vicepresidente di Confindustria La Spezia e amministratore delegato di Gesta slr, nei confronti del nostro giornalista Gabriele Cocchi e del direttore del nostro giornale Umberto Costamagna.

Goretta aveva querelato Cocchi nell’ottobre 2016, per due articoli scritti l’estate precedente su Gazzetta della Spezia sulla querelle della presenza di amianto nell’ex deposito Atc di via del Canaletto, oggi demolito.

“Denuncia la presenza di amianto e le condizioni disastrose dei mezzi e viene punito dall’azienda. Ecco la storia di Luca Simoni” del 12 luglio 2016 e “Atc: l’amianto c’è ma non si dice?” del 23 luglio 2016 i due articoli incriminati (scaricabili in fondo all’articolo).

Dopo la richiesta di archiviazione del pm Rossella Soffio e l’opposizione all’archiviazione di Goretta, ieri il gip Marinella Acerbi ha disposto l’archiviazione della querela, non ravvisando alcuna diffamazione nei due articoli, ma soprattutto riconoscendo la bontà del lavoro del nostro Gabriele Cocchi, assistito dagli avvocati Andrea Di Pietro, per conto dell'associazione per la tutela della libertà di stampa "Ossigeno per l'informazione", e Sergio Busoni, mentre Silvia Rossi ha difeso il direttore Umberto Costamagna.

Il giudice, infatti, ha stabilito che i due articoli non solo erano di interesse pubblico per la rilevanza della delicata materia trattata, ma rispondevano anche ai criteri del diritto di critica e di cronaca, della continenza espressiva e della verità dei fatti.

Download allegati:
Autore
Vota questo articolo
(2 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Massimo Guerra - Davvero bel gioco delle Aquile, anche se non basta contro le barricate veneziane. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa