Stampa questa pagina

Condannata per lesioni la donna che da anni "sfama" i piccioni In evidenza

Deve anche lasciare l'abitazione. I legali annunciano ricorso.

Mercoledì, 09 Gennaio 2019 09:59
Deve lasciare, entro 60 giorni, la casa in cui risiede, nel Quartiere Umbertino, e deve risarcire con 5mila euro una vicina per le lesioni che le ha provocato un parassita portato dai piccioni che lei, con l'abbondante mangime che spargeva sul terrazzo di casa, oltre che per strada, aveva attirato. Proprio al pagamento di tale somma è subordinata la sospensione condizionale della pena a 1 anno e 2 mesi di reclusione cui è stata condannata.
E' questa la sentenza, come riportato dall'ANSA, emessa dal giudice Diana Brusacà nei confronti della 60enne spezzina che da anni “sfama” i piccioni dando loro da mangiare, nonostante le ordinanze che lo vietino e nonostante una condanna già subita per aver investito due agenti della Municipale per sottrarsi ad una ennesima multa a seguito delle violazioni commesse.

Ad aggravare ulteriormente la posizione della 60enne è stato il referto di 15 giorni di prognosi presentato da una sua vicina che si era ammalata a causa di un parassita che sarebbe stato veicolato proprio dai piccioni attirati sull'edificio dall'abbondante mangime. Da qui l'accusa di lesioni.

I legali della 60enne annunciano ricorso

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

L'auto si trovava in via XX Settembre, proprio nei pressi dalla Polizia Locale. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Miglior giocatore del torneo Edoardo Polenghi del Rapallo, miglior portiere il sampdoriano Jacopo Pagliughi. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa