Abbandonano rifiuti in area demaniale, denunciati due imprenditori In evidenza

Rischiano una maxi sanzione e anche l'arresto.

Lunedì, 26 Novembre 2018 15:40


Prosegue l’attività di controllo del territorio portata avanti dal Comando Polizia Locale di Santo Stefano di Magra, con a capo il Comandante Flavio Toracca. Stavolta a finire nel mirino degli inquirenti sono stati due imprenditori calabresi che hanno abbandonato rifiuti nella zona demaniale sita in località Arenelle a Santo Stefano.

 

Un cittadino ha contattato il Comando (al numero 0187.699913) segnalando che, in un’area piuttosto nascosta, era stata abbandonata un’ingente quantità di materiale. Gli uomini del Comando, coordinati nei servizi esterni dal Vice Comandante Michele Ottolini, si sono recati sul posto ed hanno iniziato i primi accertamenti. La zona d’interesse non era coperta dalle telecamere di videosorveglianza, pertanto gli agenti si sono attivati effettuando una serie di controlli e riscontri, che hanno portato comunque all’identificazione dei responsabili.

Si tratta di un 49enne (A.T.) e di un 38enne (B.F.), entrambi della provincia di Catanzaro ma che ormai da anni effettuano lavorazioni edili nella zona della Val di Magra.

In base alla vigente normativa in materia ambientale, i due uomini rischiano l’arresto fino ad un anno e la multa fino a 26.000 €: queste le sanzioni previste per i titolari d’impresa che abbandonano rifiuti.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

"In quegli avvenimenti ritroviamo le nostre radici, quelle di una comunità fondata sui valori dell’antifascismo e della democrazia". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Presenta il libro di Anna Pia Rarità " ...non c'è trippa per gatti" Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa