Keesy Street: l’home sharing non è mai stato così facile In evidenza

di Eleonora Betta - Arriva anche alla Spezia il Keesy Street, servizio di check-in e check-out automatizzato per l’home sharing e gli affitti brevi di alloggi turistici.

Mercoledì, 07 Novembre 2018 16:39

Vacanza è libertà. Lo hanno ben presente quelli di Keesy che con la loro automazione hanno eliminato il fastidioso problema legato all’orario di arrivo presso la struttura che fornisce ospitalità. Un problema in meno per i turisti, in particolare per quelli di passaggio e per chi viaggia per lavoro e un grosso aiuto per quegli host, che per vari motivi non hanno possibilità di ricevere i propri ospiti a tarda ora. Keesy Street, secondo una pratica già ampiamente diffusa all’estero, non prolunga l’orario, è un servizio 24 ore su 24.

Il progetto, realizzato in partnership con Marco Martinello, è stato presentato questa mattina dall’amministratore delegato Patrizio Donnini presso il Keesy Street in via Napoli, mentre oggi alle ore 16 avrà luogo una seconda presentazione rivolta a tutti gli host interessati e agli addetti ai lavori, nella sede di Confartigianato di via Fontevivo 19.

Il Keesy Street, che si trova a soli 600 metri dalla stazione ferroviaria della Spezia – all'interno del guest house office “Atmosfere Rooms” gestito da Marco Martinello, partner dell’iniziativa locale sulla Spezia – è già attivo e permette di accedere a tutti i servizi di gestione delle chiavi dell’alloggio e di semplificazione degli aspetti burocratici del check-in e check-out.

Assodato che negli ultimi tempi la città della Spezia si trovi in pieno boom turistico e che sia parallelamente teatro di numerose iniziative volte alla gestione di questa naturale vocazione, verrebbe da chiedersi perche solo ora. I dati sono chiari: circa 2000 appartamenti sono oggetto di affitto turistico di breve periodo da parte di oltre 1200 host, registrando un livello di occupazione degli appartamenti superiore al 65% l’anno. Quest’ultimo dato colloca La Spezia - già in decima posizione nella classifica nazionale come città più frequentata dagli ospiti - tra le migliori destinazioni per il rapporto tra il tasso di occupazione degli appartamenti e l’offerta totale disponibile online. Ecco allora che Il Keesy Street della Spezia, che si aggiunge ai punti recentemente inaugurati a Como, Torino e Cagliari Elmas e ai Keesy Point già presenti a Firenze, Roma e Milano, che rappresentano il formato ‘full optional’ dell’offerta Keesy, si configura come un innovativo format in grado di rispondere alle esigenze di un mercato in forte crescita.


COME FUNZIONA
il Keesy Street è una colonna composta da 55 Keesy Box dove depositare le chiavi e da uno schermo touch screen dove completare le attività di check-in, con interfaccia in sette lingue, riconoscimento facciale dell'identità del guest in real-time, assistenza diretta in due lingue e accesso al circuito di pagamento per transazioni con carta di credito. Per ritirare le chiavi il guest potrà semplicemente digitare il codice oppure inquadrare il QR code ricevuti attraverso smartphone, tablet o pc. La struttura è sicura, anti sfondamento, dotata di tecnologia di apertura criptata, chiavi assicurate e assistita h24 7/7.

Tra i prossimi step, Patrizio Donnini, Amministratore delegato di Keesy, menziona alcuni nuovi progetti di apertura: “Stiamo lavorando per portare il servizio Keesy in tutta Italia, in particolare tra le prossime città ai nastri di partenza troviamo Venezia, Verona, Mestre, Pisa e Bologna. Ci sentiamo pronti a intraprendere anche un percorso di internazionalizzazione, a cominciare dalla Spagna con Barcellona e abbiamo già ricevuto le candidature di Parigi, Londra, Miami e Dubai”.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Paganini racconta il '68 alla Spezia

Martedì, 20 Novembre 2018 20:38 cultura
Una quotidianità che oggi sorprende, una città molto diversa da quella di oggi. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
FoodAddiction in Store torna in Liguria con un evento dedicato a tutti i golosi in compagnia di Giulia Lafavia. Ingresso libero. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa