Cinque Terre, il biglietto del traghetto scende a 2 euro per i residenti In evidenza

di Gabriele Cocchi – Il Consorzio marittimo si fa carico delle richieste dei sindaci. Giampedrone: “Numero chiuso? Mi incavolo quando ne sento parlare”.

Mercoledì, 28 Marzo 2018 16:52

 

Biglietto del battello ridotto da 5 a 2 euro per ogni tratta all’interno del Parco nazionale soltanto per i residenti delle Cinque Terre. Questa è la risposta del Consorzio marittimo alle richieste dei sindaci dei borghi a picco sul mare e anche ai disagi sollevati nel recente passato da chi alle Cinque Terre vive ogni giorno.

Una diminuzione di oltre il 50 per cento sul prezzo del biglietto, che entrerà in vigore la settimana dopo Pasqua e che fa scendere il prezzo dei tragitti via mare al di sotto della tariffa ferroviaria per le stesse tratte fra le Cinque Terre (i bambini fino a 11 anni, invece, potranno viaggare gratis). “È un intervento a favore dei residenti – spiega Giuseppe Menchelli, direttore di Confartigianato, a cui il Consorzio è associato – Sono loro a subire maggiormente i problemi causati dal grande afflusso di turisti”.

Il finanziamento della misura, inoltre, viene tutto dal privato: sarà infatti lo stesso Consorzio marittimo Cinque Terre - Golfo dei Poeti a sostenere lo sconto sulla bigliettazione, senza alcun contributo pubblico. Il ribasso, però, con tutta probabilità invoglierà i residenti a spostarsi via mare più frequentemente, con la conseguenza che il numero di biglietti staccati aumenterà (insieme agli incassi).

“È una riduzione veramente notevole – commenta l’assessore regionale alle infrastrutture e alla viabilità Giacomo Giampedrone – tutta a carico del Consorzio, che ha risposto a esigenze espresse dalle istituzioni. C’era bisogno di aiutare chi vive alle Cinque Terre. Per chi come me è convinto che il numero chiuso non sia la soluzione, penso che questo sia un segnale importante, proprio alla vigilia della presentazione del bando per la Via dell’Amore”.

Restano comunque sul tavolo altri noti problemi, come quello degli attracchi dei traghetti: al riguardo, non a caso, la prossima settimana ci sarà un confronto tra il Consorzio e il presidente della Regione Giovanni Toti. All’ordine del giorno l’esigenza di “razionalizzare la logistica nelle Cinque Terre, evitando di aumentare la flotta di traghetti già esistente”, come spiega Giampedrone.

“Penso che un contesto che vede la riapertura, di qui a qualche anno, dei principali percorsi delle Cinque Terre e un miglioramento della logistica sia una delle impostazioni più efficaci per evitare che questi luoghi vengano soffocati dalla presenza turistica – continua Giampedrone – Quando sentiamo parlare di numero chiuso ci incavoliamo, non è quella la soluzione”.

Soddisfatto anche il presidente della Provincia Giorgio Cozzani, che sottolinea l’importanza per il territorio dei collegamenti via mare: “È un servizio molto importante, un plauso al Consorzio. La viabilità delle Cinque Terre è una grossa problematica della Provincia, è fondamentale che ci sia un’alternativa”.

Sullo sfondo, nel frattempo, resta il punto interrogativo del nuovo presidente del Parco, che dovrebbe essere nominato dopo l’insediamento del governo.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

A Lerici e Levanto affluenza rispettivamente al 13 e al 16 per cento per le elezioni amministrative. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Egidio Banti ricorda l'incontro con il monaco benedettino frate Ilario citato da Boccaccio. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa