Aggressione a esponenti di CasaPound, obbligo di dimora per due giovani In evidenza

I fatti risalgono al 22 aprile 2017. I provvedimenti del Gip.

Martedì, 13 Febbraio 2018 11:51

 

Era il 22 aprile del 2017 quando, nella tarda serata, alcuni militanti di CasaPound erano stati aggrediti nei pressi di un esercizio commerciale spezzino da un gruppo di persone con i volti nascosti.
Le indagini, coordinate dal Procuratore della Repubblica della Spezia, dott. Antonio Patrono, avevano portato ad 11 indagati e 1 arresto, oltre ad una serie di perquisizioni tra La Spezia e Milano.

Ieri il Gip ha deciso l'adozione di due misure cautelari (in base agli articoli 282 e 283 del codice penale) per due delle persone coinvolte.
Nei confronti di C.E., spezzino classe 1987, è stata disposta la misura cautelare dell'obbligo di dimora e di reperibilità notturna, con il divieto quindi di allontanarsi da casa.
Per G.G., invece, 30enne milanese, con precedenti, è stato disposto l'obbligo di dimora, non la reperibilità notturna.
Tali misure cautelari dimostrano un ulteriore vaglio del Gip rispetto alla ricostruzione della Digos.

Secondo quanto appurato dalle indagini e dalle attività degli inquirenti, la sera dell'aggressione i due gruppi, quello spezzino e quello milanese, si erano incontrati e lo spezzino raggiunto ieri dall'ordinanza avrebbe avuto proprio il ruolo di collante tra i due gruppi.

Fondamentali per le indagini anche le perquisizioni che hanno permesso di ritrovare casco e manganello telescopico e confermare ulteriormente le responsabilità del giovane spezzino.

La Dcpp (Direzione centrale polizia di prevenzione) ha coordinato le operazioni permettendo di lavorare sui due fronti, milanese e spezzino.

Sembra che i due gruppi, che teorizzavano la lotta armata e l'azione diretta, abbiano agito anche al G7 di Lucca del 10 e 11 aprile.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Luca Manfredini – Ultimo atto prima del Quirinale coinvolge anche nella nostra città gli attivisti di Lega e Movimento. Per un giorno le Amministrative sarzanesi sembrano passare in secondo… Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Saul Carassale, candidato Sindaco lista civica "Porto Venere Bene Comune" risponde a Matteo Cozzani circa la possibilità di un dibattito pubblico. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa