Autoarticolato in bilico sul burrone, chiusa la strada per Calice In evidenza

di Elena Voltolini - Necessario l'intervento di una gru speciale per spostare il mezzo.

Martedì, 16 Gennaio 2018 09:56

 

Dalle 6.30 di questa mattina si sta cercando una soluzione per riaprire la strada che porta a Calice, completamente boccata da un autoarticolato.
Il pesante mezzo è infatti in bilico sul burrone.

Nonostante i cartelli stradali, il conducente del mezzo, uno spagnolo che non parla italiano, si è fidato del navigatore che lo ha portato sulla stretta strada per Calice, non percorribile da mezzi di tali dimensioni e peso. Quando si è accorto che era meglio non proseguire oltre ha tentato una manovra, ma ha urtato, con la motrice, un muro di contenimento e attualmente il mezzo si trova pertanto in bilico su un burrone.

Vigili del Fuoco e Provincia, sul posto insieme ai Carabinieri, sono impossibilitati ad intervenire perché i danni subiti dall'autoarticolato ed il peso ingente (il camion è carico di carbone), non permettono di agganciare il rimorchio e spostarlo, se non con una gru speciale. Gru che deve arrivare sul luogo dell'incidente percorrendo la strada dai Casoni, onde evitare il ponte di Debeduse, non percorribile.

Ovviamente sono molti i disagi: i bambini delle zona alta, che andavano a scuola, sono stati riportati a casa. I pullman e i pendolari devono fare il giro di Rocchetta Vara.

La situazione sembra destinata a non risolversi a breve, si prevede che la strada resti chiusa ancora almeno per diverse ore.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

 Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(1 Voto)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

"Ognuno dei candidati si presenti con un programma e si impegni a convergere sul vincitore". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
di Alessio Boi - Tre giovani ragazzi spezzini, dopo problemi di salute, non hanno mai ricevuto l'indennità di malattia. "Ho esaurito tutti i miei risparmi per mantenermi". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa