Le Forze di Polizia contro l'odio verso le persone LGBT In evidenza

"Urgente la legge che punisca i crimini lesbo-omo transfobici". Il 16 ottobre seminario in Sala Dante.

Giovedì, 12 Ottobre 2017 17:45

 

“Dopo il riconoscimento delle unioni civili, ci aspettiamo una legge che finalmente tuteli in Italia le persone LGBTI da lesbofobia, omofobia e transfobia – afferma Simonetta Moro, presidente di Polis Aperta – e che fornisca uno strumento alle forze di polizia per registrare e perseguire questo tipo di reati. In attesa che la politica si faccia carico di questa istanza, estendendo semplicemente la già esistente legge Reale-Mancino anche ai crimini d’odio nei confronti di lesbiche, gay e trans, noi continuiamo il nostro lavoro di sensibilizzazione e formazione, mettendo in contatto le colleghe e i colleghi in divisa con la comunità LGBTI”.

Polis Aperta, associazione LGBTI di appartenenti alle Forze di Polizia e alle Forze Armate, organizza lunedì 16 ottobre alla Spezia il seminario dal titolo “Prevenzione e contrasto dei crimini d’odio e delle discriminazioni contro le persone LGBTI”.

L’evento sarà patrocinato dalla Regione Liguria, dalla Provincia e dal Comune della Spezia, dall’Osservatorio per la Sicurezza Contro gli Atti Discriminatori - OSCAD - di Polizia di Stato e Arma dei Carabinieri e dal Consolato Generale degli USA a Milano, con il sostegno del Comitato Interministeriale Diritti Umani ed organizzato in collaborazione con Agedo, Di’Gay Project e UAAR.

I lavori saranno aperti dal Ministro Plenipotenziario Fabrizio Petri, Presidente del comitato interministeriale per i diritti umani, e vedranno la partecipazione della Dr.ssa Daniela Mengoni, Primo Dirigente della Polizia di Stato, componente dell’OSCAD, che parlerà dell’importante funzione di questo osservatorio interforze, e della psicologa Margherita Graglia, che tratterà da esperta i temi all’identità sessuale e del lessico LGBT.

Inoltre, porteranno le loro testimonianze, Maria Laura Annibali, presidente di DI’Gay Project, Vanni Piccolo, testimone storico del Movimento LGBTI italiano e Fiorenzo Gimelli, presidente di AGEDO, Associazione di genitori, parenti, amici di persone LGBT.

La giornata sarà intitolata a Xavier Jugelé, poliziotto francese e attivista LGBT, ucciso lo scorso 20 aprile sugli Champs Elysees. Xavier faceva parte di FLAG, l’associazione Lgbt di polizia e gendarmeria.

L’appuntamento è alle 8,30, presso la “Sala Dante” in Via Ugo Bassi, 4 alla Spezia.

Download allegati:
Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Gabriele Cocchi – Scontro in commissione consiliare tra la capogruppo del Partito Democratico Federica Pecunia e il sindaco Pierluigi Peracchini. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Lo "star bene" parla social: arriva Natur@gorà

Mercoledì, 18 Ottobre 2017 19:34 economia
Il 16 e 17 dicembre a CarraraFiere il nuovo evento dedicato a sostenibilità e benessere olistico. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa