Le Forze di Polizia contro l'odio verso le persone LGBT In evidenza

"Urgente la legge che punisca i crimini lesbo-omo transfobici". Il 16 ottobre seminario in Sala Dante.

Giovedì, 12 Ottobre 2017 17:45

 

“Dopo il riconoscimento delle unioni civili, ci aspettiamo una legge che finalmente tuteli in Italia le persone LGBTI da lesbofobia, omofobia e transfobia – afferma Simonetta Moro, presidente di Polis Aperta – e che fornisca uno strumento alle forze di polizia per registrare e perseguire questo tipo di reati. In attesa che la politica si faccia carico di questa istanza, estendendo semplicemente la già esistente legge Reale-Mancino anche ai crimini d’odio nei confronti di lesbiche, gay e trans, noi continuiamo il nostro lavoro di sensibilizzazione e formazione, mettendo in contatto le colleghe e i colleghi in divisa con la comunità LGBTI”.

Polis Aperta, associazione LGBTI di appartenenti alle Forze di Polizia e alle Forze Armate, organizza lunedì 16 ottobre alla Spezia il seminario dal titolo “Prevenzione e contrasto dei crimini d’odio e delle discriminazioni contro le persone LGBTI”.

L’evento sarà patrocinato dalla Regione Liguria, dalla Provincia e dal Comune della Spezia, dall’Osservatorio per la Sicurezza Contro gli Atti Discriminatori - OSCAD - di Polizia di Stato e Arma dei Carabinieri e dal Consolato Generale degli USA a Milano, con il sostegno del Comitato Interministeriale Diritti Umani ed organizzato in collaborazione con Agedo, Di’Gay Project e UAAR.

I lavori saranno aperti dal Ministro Plenipotenziario Fabrizio Petri, Presidente del comitato interministeriale per i diritti umani, e vedranno la partecipazione della Dr.ssa Daniela Mengoni, Primo Dirigente della Polizia di Stato, componente dell’OSCAD, che parlerà dell’importante funzione di questo osservatorio interforze, e della psicologa Margherita Graglia, che tratterà da esperta i temi all’identità sessuale e del lessico LGBT.

Inoltre, porteranno le loro testimonianze, Maria Laura Annibali, presidente di DI’Gay Project, Vanni Piccolo, testimone storico del Movimento LGBTI italiano e Fiorenzo Gimelli, presidente di AGEDO, Associazione di genitori, parenti, amici di persone LGBT.

La giornata sarà intitolata a Xavier Jugelé, poliziotto francese e attivista LGBT, ucciso lo scorso 20 aprile sugli Champs Elysees. Xavier faceva parte di FLAG, l’associazione Lgbt di polizia e gendarmeria.

L’appuntamento è alle 8,30, presso la “Sala Dante” in Via Ugo Bassi, 4 alla Spezia.

Download allegati:
Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Pubblichiamo la nota stampa inviataci da Andrea Costa (Noi con l'Italia). Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Pubblichiamo la nota stampa inviataci dalla White Holding (Società del gruppo Volpi) in merito alla proposta su Marinella. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa