Il grazie delle famiglie e degli assistiti è un importante riconoscimento per la qualità dell'assistenza In evidenza

Il presidente IPASVI della Spezia: "Senza gli Infermieri non c'è qualità di cura e assistenza qualificata".

Venerdì, 25 Agosto 2017 10:18

Sono note e spesso riportate in cronaca le criticità che attraversano la sanità: certamente i margini di miglioramento, in particolare in alcuni settori, sono assolutamente da riempire e raggiungere; ma penso anche che, per quanto rientri nei doveri del professionista sanitario e della organizzazione stessa, gli encomi sul buon lavoro svolto che arrivano dai pazienti assistiti, e dalle loro famiglie, rappresentino un chiaro e netto indicatore di qualità.

 

Tra questi c'è quello di una famiglia (nella foto) che ha testimoniato con un piccolo, semplice, ma significativo cartello di ringraziamento tutta la stima nei riguardi delle Infermiere delle Cure Domiciliari del nostro territorio.
Si tratta di una attività che da anni la nostra ASL gestisce attraverso un servizio esternalizzato con personale qualificato, professionisti aggiornati e informati e che ha positivi riscontri da tanto tempo.

Un segnale ancora più importante se andiamo a considerare che ''trattenere'' a casa un malato cronico, con qualità di vita e cure adeguate ai bisogni, è due volte vantaggioso, oserei dire....meraviglioso: per la famiglia ed il malato, ovviamente; e per la stessa Sanità, che in questo modo può evitare il ricovero, con tutte le difficoltà e l'impegno che un ricovero comporta in termini di gestione e investimenti.

Noi da anni, come ordine professionale degli Infermieri spezzino, andiamo a ribadire che le esperienze italiane sull'Infermiere di famiglia (una forma di assistenza qualificata molto simile a quella che in questo ringraziamento è ricordata) hanno dato risultati sorprendenti, arrivando in due ASL friulane (Latisana e Palmanova) a ridurre di un quinto i ricoveri impropri e inutili.

In ogni caso l'occasione è gradita per il nostro Ordine professionale per ringraziare le iscritte protagoniste di questo piccolo, ma significativo riscontro, e sostenere ancora una volta che senza gli Infermieri non c'è qualità di cura e assistenza qualificata, come ricordano non solo le Leggi dello Stato, ma soprattutto la buona pratica e le evidenze.

Francesco Falli
Presidente IPASVI, La Spezia

Autore
Vota questo articolo
(2 Voti)
Collegio Provinciale IPASVI

Via Paolo Emilio Taviani, 52
19125 La Spezia

Tel. 0187/575177
Fax: 0187/283942

Email: ipasvisp@cdh.it

 

Ultimi da Collegio Provinciale IPASVI

Il personale sanitario esperto del nostro 118 spiegherà quali sono le manovre da praticare per liberare le vie aeree, in particolare nei lattanti e nei bambini. Leggi tutto
Collegio Provinciale IPASVI
"La situazione in relazione alla infezione da HIV non si è risolta". Leggi tutto
Collegio Provinciale IPASVI

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa