Riomaggiore celebra Re Sciacchetrà In evidenza

di Emanuela Cavallo - La V edizione del Festival dello Sciacchetrà raggiunge Riomaggiore e conclude un quinquennio visitando tutti i borghi delle Cinque Terre.

Martedì, 18 Luglio 2017 18:42
Torna sabato 22 luglio l'appuntamento consolidato con i produttori del consorzio Cinque Terre Sciacchetrà che da una parte offre la possibilità di degustare il celebre vino passito vero e proprio emblema territoriale, dall'altra vuole fare un bilancio sulla produzione.

"Quest'anno la siccità potrà incidere sulla produzione limitandola - spiega Heydi Bonanini, presidente del Consorzio Cinque Terre Sciacchetrà - ci sono coltivatori che testimoniano di non aver visto da almeno 60 i torrenti così asciutti. Le attuali condizioni climatiche mettono in crisi vigne di 40 anni. Già lo scorso anno abbiamo risentito di una diminuzione della produzione del 30%. Diventa difficile mantenere sia la produzione che la commercializzazione del vino. Chiediamo un supporto a sostegno del nostro lavoro: a livello si producono meno di 500 mila bottiglie a fronte di una presenza turistica che raggiunge altri numeri, è impensabile che il 30% della produzione esca dai confini locali. Se la filiera di produzione e consumo restasse locale con i ristoratori si quintuplicherebbe la richiesta di produzione".

Un grido di dolore e una richiesta di collaborazione e comprensione verso il fondamentale ruolo che svolgono viene espressa dai produttori per l'occasione del Festival.

"Speriamo che i sindaci della Provincia accolgano il nostro invito e vengano al convegno organizzato nella giornata del Festival - dichiara Luigi Grillo, presidente dell'associazione Amici delle Cinque Terre che organizza il Festival - il problema principale è quello dato dalle terre incolte: 30 anni fa erano coltivati 1200 ettari di terra, oggi solo 100. E non si trovano giovani con la voglia e la disponibilità di lavorare la terra. Paradossalmente dal punto di vista turistico le Cinque Terre sono al quarto posto nella classifica delle mete scelte e conosciute a livello internazionale dopo Roma, Venezia e Firenze. Se non avessimo lavorato per la tutela di questo territorio ora probabilmente non sarebbe più così e avrebbe perso la sua attrattività. Dobbiamo riconoscere che lo sviluppo dell'economia turistica, di Spezia e dei dintorni, è dovuta a questa realtà".

"È un momento per confrontarci con gli esponenti del Parco e i sindaci, per mettere a fuoco problematiche negli interessi di tutti - aggiunge il produttore Lucio De Batté - il problema fondamentale è mantenere il territorio creato dalla mano dell'uomo. Bisogna finire con i discorsi palliativi, abbiamo bisogno di dare spazio all'agricoltura".

"Abbiamo un territorio che è un volano per l'economia che ora ha bisogno di un ritorno ad un aspetto etico", commenta Il produttore Giacomo Forlini Capellini.

"Abbiamo bisogno di regole omogenee ,di un piano del Parco che crei così parità di vedute - conclude Heydi Bonanini - per esempio nei piani del traffico di Vernazza e Monterosso siamo assimilati ai fornitori mentre la nostra attività deve essere sgravata di pass a pagamento ma incentivata. Per fortuna il comune di Vernazza ha recepito le nostre richieste".


Il comunicato ufficiale
Da molti viene definito uno dei più celebri passiti italiani. Niente di più falso.
Lo Sciacchetrà è sconosciuto ai più, perché se nasce in un luogo turistico amato e osannato, è anche vero che le quantità prodotte ed il costo elevato ne fanno una riserva per poche gourmand.
Si tratta di un vino passito che rientra nella DOC Cinque Terre 1973 e che è da sempre accompagnato dal fascino proprio delle straordinarie caratteristiche organolettiche, nonché dalla lunga e delicata lavorazione.
Il desiderio di accendere i riflettori su una produzione che non solo qualifica l'offerta enologica delle Cinque Terre, ma contribuisce a conservare un pezzo importante di tradizioni e cultura ligure, nonché a tutelare un paesaggio riconosciuto dall'Unesco come Patrimonio dell'Umanità, ha fatto nascere cinque anni fa il progetto del Festival dello Sciacchetrà.
Una giornata per poter fare il punto della situazione e testare il polso ad una produzione che è anche simbolo di tradizioni e di un territorio unico nel suo genere, assieme a giornalisti di settore, esperti e produttori attraverso riflessioni e degustazioni guidate.

L'iniziativa è promossa dall'Associazione culturale Amici delle Cinque Terre, dal Consorzio produttori dello Sciacchetrà e dal Parco Nazionale delle Cinque Terre.
Sponsor dell’iniziativa sono Crédit Agricole Carispezia, Battistini Srl agente per Società Cattolica di Assicurazione e Nero Hotels.

Le aziende partecipanti:
Monterosso: Begasti, Buranco
Vernazza: Cheo, La Polenza
Riomaggiore: Cantine Litan, Possa di Bonanini Heydi, Forlini Capellini, Albana La Torre, Burasca,
Terenzuola, De Batte Luciano, Arrigoni Riccardo

Programma:
FESTIVAL DELLO SCIACCHETRÀ - V Edizione
Riomaggiore Sabato 22 Luglio 2017

ore 10.00 Castello di Riomaggiore
Convegno: "I produttori dello Sciacchetrà a difesa del territorio: recupero e valorizzazione delle terre incolte nelle 5 Terre"
Interventi:
Fabrizia Pecunia, Sindaco di Riomaggiore
Heydi Bonanini, Presidente Consorzio Produttori Sciacchetrà
Luigi Grillo, Presidente Associazione "Amici delle 5 Terre"
Vittorio Alessandro, Presidente del Parco Nazionale delle Cinque Terre
Don Luca Palei, Direttore Caritas diocesana
Massimo Comparini, Esperto
Virgilio Pronzati, Esperto
Luca Fontana, Regione Liguria. Direttore Dipartimento Agricoltura, Protezione Civile e Turismo
Andrea Costa, Consigliere Regione Liguria, Presidente Commissione Ambiente e Territorio
Federico Vecchioni, Amm. Delegato Bonifiche Ferraresi, ex Presidente Confagricoltura

ore 11.30 Conclusione
Giuseppe Castiglione, Sottosegretario del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali

Modera
Il giornalista Andrea Camaiora

Degustazione Guidate su prenotazione (max 50 persone)
Castello di Riomaggiore
Ore 14.30 degustazione vini bianchi
Ore 15.30 degustazione vini rossi
Ore 16.30 degustazione sciacchetrà
Dalle ore 18.00 Visita cantine di Riomaggiore
Ore 17.30/18.00 Piazza del Vignaiolo
Apertura stands dei produttori per degustazione dello Sciacchetrà

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

 Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

A soli 16 anni è una rapper di successo, oggi il suo singolo "Bando" spopola sulle maggiori piattoforme, come spotify e i-tunes. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Alcuni consigli utili dall'Accademia del Gusto. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa