"Il 25 aprile è tutti i giorni": Percorsi della Resistenza a Sarzana In evidenza

di Luca Manfredini - Domenica 23 aprile si rinnova la consolidata tradizione della "Camminata sui sentieri partigiani", iniziata nel 2005.

Giovedì, 20 Aprile 2017 17:56


"Percorsi della Resistenza", 13 anni di un evento nato per non dimenticare e per rinnovare la storia e la cultura di chi combatte odio e intolleranza che, sempre più spesso, caratterizzano il nostro presente.

Conferenza stampa dedicata, questa mattina in Sala Consiliare, alla presenza dell'Assessore Nicola Caprioni, di Denise Murgia e Fabrizia Giannini (ANPI) e del partigiano Piero Guelfi.

Un percorso sui sentieri della memoria in un territorio, come il nostro, teatro di tragedie e importantissimi contributi, qui il programma:

Domenica 23 aprile
ritrovo alle ore 08.00 in piazza del Mercato Vecchio
09.00 Le Prada di Fosdinovo
Museo della Resistenza - Partenza e incontro con i Partigiani della Brigata Ugo Muccini
12.00 Canepari
Incontro con i Partigiani del Comando di Brigata
12.30 Pranzo Partigiano
15.30 Prulla
Incontro con i Partigiani del Distaccamento Nilo Garuti
17.00 Sarzana - piazza Matteotti
Banda degli Ottoni a Scoppio
17.30 Arrivo camminata - Saluto Autorità
(Prenotazioni ancora entro venerdì 21 aprile)

Soddisfazione è stata espressa da tutti i presenti alla conferenza.
Segnaliamo un ricordo particolarmente enfatico del partigiano Piero Guelfi:
"I miei ricordi di "ragazzo di 17 anni" svaniscono piano ma alcuni particolari permangono (purtroppo) nella mia mente; togliere la corona di filo di ferro dal collo dei compagni impiccati a Vinca, estrarre il filone dalle loro carni e adagiarli al suolo. Finita la guerra, non mi vergogno a dirlo, ho dormito tra mio padre e mia madre per due mesi almeno, un incubo ricorrente ancora oggi, non dimentichiamo la nostra storia".

"Il 25 aprile è tutti i giorni, il suo senso di libertà e partecipazione deve essere tutti i giorni - così Fabrizia Giannini - è fondamentale discutere e ricordare quello che è stata la lotta di Liberazione perché ciò non sia stato invano, si è qui a parlare liberi proprio grazie al sacrificio dei tanti che hanno lottato contro ogni forma di totalitarismo. Riflettiamo tutti i giorni, in ogni momento e ognuno, anche sul proprio posto di lavoro, è fondamentale".

Conclude Denise Murgia: "Invitiamo tutti a partecipare a questo momento di gioia, di memoria attiva e di riflessione sui principi ancora inattuati della nostra Costituzione, chi non potrà partecipare al percorso sarà atteso in piazza Matteotti alle 17.30 per festeggiare con noi tra musica e riflessione. Oltre ai rappresentanti dell'Amministrazione sarà presente anche Giorgio Pagano, presidente del Comitato Unitario della Resistenza".

Trascriviamo qui l'appello dell'ANPI per il 25 aprile:
"Il 25 aprile è la festa di tutti gli Italiani e le Italiane, delle loro radici e del loro futuro.
Ricordiamo i combattenti per la libertà, i loro sogni di democrazia, uguaglianza e felicità, il portare avanti con coraggio e tenacia la loro speranza di un Paese civile, giusto e solidale.
Festeggiamo la Costituzione nel 70° anniversario della sua approvazione.
Quello straordinario lavoro di concordia e responsabilità che condusse alla scrittura delle regole e della sostanza democratica della vita collettiva.
Principi e valori realizzati solo in parte se guardiamo alla situazione complessiva dell'Italia dove un diritto elementare, come quello al lavoro, in particolare per i giovani, è disatteso, dove l'attuale modo di far politica per lo più allontana, invece di stimolare e promuovere la partecipazione popolare, dove l'orizzonte antifascista non è ancora pienamente patrimonio dello Stato in ogni sua espressione.
Dobbiamo essere uniti e tanti. A trasmetterci la voglia di essere parte attiva dell'irrimandabile processo di attuazione integrale della Costituzione, di contrasto ai troppi neofascismi che impazzano nelle strade e per il web illudendo una parte delle giovani generazioni, di costruzione di una diffusa e forte cultura del dialogo, della solidarietà, della pace.
Dobbiamo darci appuntamento per tutti i giorni a venire.
Il 25 aprile rappresenti un impegno quotidiano a sentirci una comunità in marcia verso una democrazia realizzata fino in fondo, con l'entusiasmo e le capacità di ognuno.
Buona Liberazione".

 

Autore
Vota questo articolo
(1 Voto)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Luca Manfredini – Al “Barontini” porte aperte per proposte, prospettive e, soprattutto, condivisione con cittadini e commercianti su un argomento di così importante attualità per la realtà sarzanese. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

A Sarzana si cercano cineasti

Lunedì, 20 Novembre 2017 09:09 cultura-sarzana
Al Teatro Impavidi una rassegna dedicata ai cortometraggi. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa