Picchia la compagna con il neonato in braccio In evidenza

Il 21enne è stato colto in flagrante. Disposto l'allontanamento dalla casa famigliare e il divieto di avvicinamento alla donna.
Giovedì, 20 Aprile 2017 11:41

A dare l'allarme sono state alcune persone che si trovavano nel campo rom delle Pianazze: ieri pomeriggio, intorno alle 14.30, hanno chiamato le forze dell'ordine perchè avevano visto un uomo che stava picchiando una donna, che aveva con sé anche un neonato.

La volante della Polizia si è precipitata sul posto ed ha trovato una situazione di calma, ma solo apparente: il giovane faceva infatti finta di dormire e, avvicinato dagli agenti, ha detto che non era successo nulla. Dichiarazione smentita dai segni evidenti sulle caviglie e sulle ginocchia della donna, dalla sua evidente paura e dalle stesse parole dell'uomo che cercavano di intimorirla dicendo che lei non avrebbe mai sporto denuncia.
Non è, invece, andata così: la giovane è stata medicata e poi portata in Questura, dove la denuncia è stata fatta.
Dai racconti della ragazza è emerso che quello di ieri non è stato il primo episodio di violenza del giovane nei suoi confronti: altre volte, infatti, l'aveva picchiata, per motivi di gelosia.

Per il responsabile della violenza famigliare, un bosniaco di 21 anni, è stato disposto l'allontanamento urgente dalla casa famigliare e il divieto di avvicinamento alla donna.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Si svolgerà domani, domenica 23 luglio, la decima e penultima prepalio della stagione organizzata dalla Borgata Marinara Le Grazie. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Riceviamo e pubblichiamo la nota inviataci dal Coordinamento Quartieri del Levante, critica sulla situazione riguardante la mitigazione dell’inquinamento ambientale ed acustico provocato dal Porto spezzino. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa