Dopo 16 anni Nave Vespucci torna in Nord America: Buon vento ragazzi! (Fotogallery) In evidenza

di Gianluca Solinas – Sei spezzino se ami la Vespucci! Potrebbe sembrare una trita banalità ma vi assicuro non lo è.

Mercoledì, 19 Aprile 2017 16:40


Un conto è assistere alla partenza dal molo Varicella, davanti a Marola, come è capitato a molti che in passato hanno visto le navi militari allontanarsi e prendere il largo sia per missioni di pace, sia per rappresentanza, un altro è salire a bordo in navigazione, assistere alle manovre, uscire dal porto e sentire il vento che fischia fra le cime, fra le vele ancora raccolte, mentre in coperta tutti si muovono come se ognuno sapesse benissimo cosa sta facendo.


Sapere cosa fare mentre si naviga è sicuramente la “mission” principale di nave Vespucci, la Signora elegante rappresentante ormai non solo la Marina Militare in giro per il mondo ma l’intero paese, simbolo di passione ed eccellenza, dove frotte di allievi ufficiali, ragazze e ragazzi, sono chiamati ad un’avventura unica nel suo genere, un percorso di formazione vera, impegnativa, importante, fondamentale per chi sceglie una professione, un “mestiere” difficile, duro ma pieno di soddisfazioni e avventura come quello del marinaio.


Una missione di addestramento che è partita bene, benissimo, complice una mattinata tersa anche se fresca, con il mare che dopo la buriana dei giorni scorsi si è “spianato” grazie al Levante ed alla Tramontana ed ha consentito il “commovente” omaggio da parte dell’ultima nata, la FREMM Luigi Rizzo, che domattina (giovedì 20 aprile) verrà consegnata ufficialmente alla Marina Militare ed entrerà in servizio. Un omaggio che ha avuto luogo circa 4 miglia al traverso di Punta Corvo, con la Fregata Multifunzione Europea che ha incrociato la Amerigo Vespucci mentre l’elicottero proveniente dalla base di Luni girava in tondo sopra le navi e il gommone degli Incursori del Varignano sfrecciava da prora a poppa.


Il Capo della Squadra Navale, ammiraglio Donato Marzano, è salito a bordo in navigazione ed ha salutato l’equipaggio e gli allievi, ricordando la sua esperienza sulla Vespucci prima come allievo di prima classe e successivamente come Comandante.


Sottolineata dall’ammiraglio Marzano e dal Comandante dell’Amerigo Vespucci , il Capitano di Vascello Angelo Patruno, l’estrema importanza della formazione continua per i giovani allievi che si troveranno per la prima volta a solcare l’Oceano Atlantico e per di più a vela!


Il tutto su una nave che ha raggiunto la veneranda età di 86 primavere e che riesce ancora ad essere uno strumento fondamentale di apprendimento per chi va per mare, aggiungendo alle manovre alle vele che sono rimaste le stesse di due o tre secoli fa ad una tecnologia all’avanguardia che consentirà agli allievi di formarsi al meglio, oltre su come si va davvero per mare, anche sui modernissimi strumenti tecnologici di ausilio alla navigazione.


Sbarchiamo e ci lasciamo alle spalle Nave Vespucci, la osserviamo controluce, sullo sfondo le Apuane ed il Golfo dei Poeti, sappiamo che ci rivedremo a settembre, al rientro da quella che sarà sicuramente una missione trionfale, accolta in Canada in occasione del 150esimo anniversario della Federazione Canadese e anche per l’inizio della Coppa America di Vela negli Stati Uniti, ennesimo palcoscenico dove la bellissima signora potrà ancora una volta fare sfoggio del suo incredibile appeal, procedendo leggera sulle acque, a vele spiegate, come solo la nave più bella del mondo sa fare.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Ennesima decisiva sfida in questo pazzo finale di campionato. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa