Operazione Alba: blitz dei carabineri per contrastare i furti in appartamento (Foto e Video) In evidenza

Di Doris Fresco - Un'operazione che ha permesso di recuperare la refurtiva e smantellare una rete ben collaudata formata da oltre 15 persone e che ha visto, alle prime luci di questa mattina, i carabinieri della compagnia della Spezia, in collaborazione con i colleghi di Sarzana, impegnati nella fase decisiva dell'operazione Alba.

Giovedì, 17 Novembre 2016 15:55

Video

Perquisizioni e un blitz che i carabinieri hanno raccontato questa mattina in conferenza stampa, parlando di una articolata operazione che li ha visti impegnati negli ultimi mesi e che ha avuto come risultato 17 denunce per furto e ricettazione (ne abbiamo già parlato qui).

Tutto è iniziato verso la fine di settembre quando il panico si è diffuso nella zona della Val Graveglia in seguito a numerosi furti in appartamento. Nonostante i freddi numeri delle statistiche non riescano a definire il momento che gli abitanti della bassa Val di Vara si sono trovati a vivere, la percezione è stata di emergenza e di un vero e proprio boom di furti. In realtà guardando ai numeri non si può dire che ci sia stato un vero e proprio picco, ma anche per i carabinieri la situazione è apparsa seria fin da subito: per questo la decisione è stata di operare su due fronti. In primo luogo si è deciso di lavorare sulla repressione, intensificando la presenza sul territorio; nel frattempo però è iniziata la vera e propria operazione investigativa, con pedinamenti e raccolta di indizi.
La collaborazione con le altre forze di polizia, soprattutto la Polizia di Stato, con la Procura e con i cittadini è stata fondamentale, per questo più volte questa mattina è stata usata la parola "cooperazione" per descrivere le fasi decisive dell'operazione Alba.

Abbiamo parlato (qui) dei tipici ladri d'appartamento e l'operazione Alba ha fatto emergere ulteriori dettagli. Per prima cosa i 17 indagati sono divisi in due gruppi. Da una parte stanno i veri e propri ladri: operativi, scaltri, atletici e impavidi, pronti a correre e passare nottate intere nei boschi pur di sfuggire alla legge. Sei uomini, in due bande da tre, che vivono in Albania e che alla Spezia risultano essere solo di passaggio, senza fissa dimora, ma con stretti legami con connazionali che vivono e lavorano in città, molti nel ramo dell'edilizia. Il secondo gruppo è costituito dai basisti, che, come è emerso dall'operazione Alba, giocano un ruolo decisivo perchè conoscono il territorio, forniscono ospitalità e indicano i canali migliori per la ricettazione, anche se il grosso della refurtiva, come è stato spiegato oggi, viene rivenduto all'estero.

I 17 denunciati di questa mattina sono giovani, tutti sulla ventina, e a loro carico sono contestati almeno una quindicina di furti commessi tra fine settembre e fine ottobre, anche se non è da escludere che siano coinvolti anche in altri reati analoghi, in zone diverse della città. È certo che, come dato immediato alla presenza più incisiva dei carabinieri sul territorio, i furti siano diminuiti, ma l'opinione degli investigatori è che i sei non fossero rimasti a guardare, ma che si fossero semplicemente spostati. L'obiettivo adesso è rintracciare i tre che nel frattempo si sono spostati- si pensa in Albania- facendo perdere le proprie tracce, per questo sarà decisiva la colaborazione con l'Interpol.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Come comportarsi con la polizza auto? Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

30enne muore nel Magra

Lunedì, 20 Settembre 2021 20:10 cronaca-arcola
In corso le indagini dei Carabinieri per ricostruire l'accaduto. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa