Da metà novembre anche Varese Ligure passa al "porta a porta" In evidenza

Di Guido Ghersi - Piano piano quasi tutte le Amministrazioni Comunali della provincia spezzina passano alla raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani con il meodo "porta a porta".

Mercoledì, 02 Novembre 2016 17:14


In questo mese sarà il Comune di Varese Ligure, uno degli ultimi a passare alla differenziata. La "rivoluzione"  dovrebbe partire da lunedì 14 novembre, con una differenziata che ha già superato il 40% con il sistema di raccolta tradizionale.

 

L'obiettivo è raggiungere quota 45% entro la fine dell'anno, come imposto dalla Regione Liguria, per non incorrere in sanzioni amministrative. Il Comune del Borgo rotondo gestirà in proprio il sistema, fin dalla progettazione, con la messa a punto di un progetto da 100 mila euro, di cui 40 già finanziati dalla Regione. Il sindaco Gian Carlo Lucchetti ha dichiarato: "Stiamo studiando tutte le strategie per rendere dall'inizio efficiente il "porta a porta", visto che il nostro territorio è il più vasto della provincia spezzina. Ci sono tante frazioni e strade in alcuni casi non in ottimo stato. In questi giorni saranno distribuite alle attività commerciali delle schede per avere una prima stima della quantit resunta di materiali che dovremo raccogliere. Ci saranno poi incontri dedicati ai cittadini e la consegna dei kit".

L'obiettivo del Comune è dimezzare i costi della raccolta, che fino ad oggi hanno superato i 300 mila euro ed in prospettiva anche abbassare la tariffa. Sarà potenziato il centro di raccolta in località Baghino e oltre alle multe a chi abbandona spazzatura, è prevista l'installazione di telecamere di sorveglianza al fine di non trasformare la "valle del biologico" in una discarica.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Viaggio terminato prima del previsto vicino a Viareggio. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Selezionati Anna Greco, Giada Pecunia, Alessio Corsini e Daniele Mascolo. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa