Caso Corini, revocati gli arresti domiciliari per la sorella Marzia, indagata per omicidio In evidenza

Dopo due mesi di arresti domiciliari, Marzia Corini torna in libertà.

Venerdì, 29 Aprile 2016 15:06

La donna è sospettata di aver provocato la morte del fratello, il noto avvocato Marco Corini, tramite la somministrazione di dosi massicce di antidolorifici. Alla base del gesto, secondo l'ipotesi degli inquirenti, motivi legati all'eredità del legale, gravemente malato di cancro.

 
Marzia Corini resta indagata per omicidio volontario aggravato e falso in testamento, per quest'ultimo reato in concorso con l'avvocato Giuliana Feliciani.
Nel caso è coinvolto anche l'infermiere Fabio Giannelli, che secondo l'accusa avrebbe aiutato Marzia Corini a trovare i farmaci con i quali avrebbe causato la morte del fratello.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

34enne perde l'equilibrio e finisce nel canale. Per recuperarlo si mobilita tutta la macchina dei soccorsi. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
L'auto si trovava in via XX Settembre, proprio nei pressi dalla Polizia Locale. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa