La Spezia, presentato in Comune documento congiunto per sviluppo sistema sanitario provinciale

La Spezia, 8 novembre - Questa mattina presso il Comune della Spezia è stato presentato il documento congiunto elaborato e redatto dalle associazioni del Comitato Consultivo Misto Asl 5 spezzino e le organizzazioni sindacali CGIL, CISL e UIL

Giovedì, 08 Novembre 2012 18:42
in cui sono state individuate le tematiche per contribuire allo sviluppo di un sistema sanitario provinciale all'altezza delle sfide per un confronto pragmatico, concreto e costruttivo con la Regione Liguria e l'Azienda Asl 5.

Alla presentazione del documento erano presenti l'assessore alle politiche sociali Andrea Stretti, Nicola Cecchini per la Cisl, Carla Mastrantonio per la CGIL, Andrea Cristelli per la UIL, Mauro Bornia e Luigi Fornaciari Chittoni coordinatore del Comitato Consultivo Misto Asl 5.

In allegato il testo dell'accordo:

DOCUMENTO CONGIUNTO ASSOCIAZIONI DEL CCM ASL 5 SPEZZINO E

ORGANIZZAZIONI SINDACALI CONFEDERALI CGIL CISL UIL

Con la volonta di contribuire allo sviluppo di un sistema sanitaria provinciale all'altezza delle sfide, le Organizzazioni Sindacali confederali di CGIL, CISL, UIL e CONFSAL della Spezia congiuntamente alle Associazioni AIDO Provinciale della Spezia, AFRODITE, AVIS Provinciale della Spezia , AUSER, CAMMINARE INSIEME, CENTRI LIGURI PER LA TUTELA DEI DIRITTI DEL MALATO, LENAD tutte facenti parte del Comitato Misto Consultivo ASL 5 Spezzino, individuano le tematiche di seguito accennate per un confronto pragmatico, concreto e costruttivo con la Regione Liguria e l'Azienda Asl 5

Spezzino, sottoscrivendo il seguente documento e i punti prorgammatici di seguito elencati:

1. N uovo modello assistenziale per intensita di cura

• Il San Bartolomeo deve essere effettivamente luogo di una sperimentazione a livello regionale che applichi il modello per intensita di cura con forme radicali e

innovative, ove e possibile.

• Nell'elaborazione di questo progetto deve essere garantito sia il pieno coinvolgimento degli operatori chela loro adeguata e sistematica formazione. Nel monitorare e correggere l'evoluzione di questa sperimentazione devono essere garantiti tavoli di confronto che coinvolgano rappresentanze dei lavoratori e dell'utenza.

2. Inversione di tendenza sulla carenza posti letto

• Occorre agire per invertire la costante erosione di posti letto di questo ultimo decennio;

• lmplementare pelitiche di controllo della mobilita passiva e di rilancio (con ogni mezzo utile) delle nostre eccellenze per l'incentivazione di flussi di mobilita attiva (ad esempio Don Gnocchi);

• I1 San Bartolomeo e lo stabilimento al cui interno e possibile individuare, spostando

attivita non pertinenti alle attivita ospedaliere, spazi diversi per una inversione di tendenza sulla cronica carenza di posti letto dell'ASL 5° Spezzino. Cosi come deve trovare declinazione la vocazione degli interventi di elezione con un ottimale utilizzo delle sale operatorie, vero patrimonio dello stabilimento e oggi sottoutilizzate.

3. II Territorio e le cure Primarie

• Individuazione di una o piu sperimentazioni con le formule dell'ATF e UCCP.

Presentazione di un progetto in linea con quanto previsto dagli accordi contrattuali e la normativa in corso di approvazione in Parlamento. Stanziamento di risorse economiche dedicate. Nella nuova organizzazione si dovra attuare un modello assistenziale per le patologie croniche (Cronich care model): dimissioni protette, presa in carico del paziente, superamento del CUP quale strumento di accesso, particolarmente per i cronici, alle prestazioni diagnostiche e specialistiche incentivando e implementando il ruolo dei MMG nella determinazione del cammino terapeutico del paziente.

• Sull'area di Levanto e sulla revisione delle attivita del S.Nicolo, prima di provvedere a qualunque riduzione sia oraria che di organici, si deve realizzare un sensibile e completo incremento delle attivita distrettuali; in particolare per la piastra ambulatoriale, ampliandone significativamente specialita e orari. Analogamente l'attivita di primo intervento non potra essere in alcun modo ridotta sino a quando non sara adeguatamente sperimentata e rafforzata Ia presenza del

118 e della Guardia medica nonche chiarite e rese esigibili le nuove ed estese competenze dei medici di medicina generale previste in luogo del primo intervento presso il S.Nicolo.

• Occorre perseguire I'abbattimento dell'insopportabile fenomeno delle liste d'attesa per diagnostica e prevenzione: obiettivo da perseguire deve essere quello della

sanita ''a tempo zero" nella rete dei servizi ASL. Tutto cio garantendo il principia della liberta di cura del malato e del suo diritto a ottenere prestazioni di eccellenza ovunque esse siano erogate sull'intero territorio nazionale.

4. Approfondire, comunicare, prevenire

• Migliorare e implementare efficacia formativa, comunicativa (non esclusivarnente istituzionale) per orientare utenza e operatori a pratiche di buona sanita.

• Attuare progetti piu efficaci e diffusi di prevenzione, specialmente in campo oncologico, che facilitino 1'accesso a strumenti di diagnosi precoce.

• Le "giornate della salute", i quattro workshop organizzati dall'Asl 5 e dalla conferenza dei Sindaci devono proseguire concertando i temi di approfondimento con il CCM e le OOSS. lndividuando un tavolo programmatico sulle materie che si intenderebbe riflettere, approfondire e promuovere.

5. Umanizzazione dell'Assistenza e delle cure

• Effettuare una sperimentazione su un servizio o piu servizi. Costituire un gruppo di lavoro misto sui tema con il servizio dedicato dell'Asl5.

La Spezia li 6 novembre 2012.

Le associazioni del CCM ASL 5

AIDO

Le organizzazioni sindacali confederali

CGIL

AFRODITE CISL AVIS UIL

AUSER CONFASAL

CAMMINARE INSIEME

CENTRI LIGURI PER LA

TUTELA DEI DIRITTI DEL MALATO LENAD

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

 Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Download allegati:
Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
Comune della Spezia

Piazza Europa, 1
19100 La Spezia

Tel. 0187 727 456 / 0187 727 457 / 0187 727 459
Fax 0187 727 458

www.comune.laspezia.it/

Ultimi da Comune della Spezia

MIniziata anche la distribuzione alle attività commerciali aperte e a chi consegna a casa. Leggi tutto
Comune della Spezia
Con richiesta di concessione del Parco del Colombaio a contropartita della manutenzione. Leggi tutto
Comune della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa