"Deiva Sviluppo Spa", dipendenti e sindacato all'attacco

di Guido Ghersi

A Deiva Marina esiste da alcuni anni la "Deiva Sviluppo", partecipata al 98% dalla locale Amministrazione Comunale e al 2% dalla Camera di Commercio della Spezia; è una società a capitale interamente pubblico, presieduta da Emilio Giambruni ed attiva sul territorio nella gestione, in regime di monopolio, di essenziali servizi che vanno dall'erogazione dell'acqua, alla gestione dei parcheggi a pagamento e alla pulizia delle strade.

Lunedì, 05 Novembre 2012 14:59

L'azienda è in pessime condizioni finanziarie da anni, tanto che si stima che abbia, verso i fornitori, un debito che si aggira intorno a 10 milioni di euro. Ora i 9 dipendenti si sono rivolti al proprio sindacato, la Cgil, al fine di ottenere il pagamento di tre mensilità arretrate, tanto che l'ufficio legale di detto sindacato ha chiesto un decreto ingiuntivo per ottenere il pagamento di quanto dovuto dai dipendenti.

D'altra parte il Comune di Deiva Marina ha sostenuto negligenze del management che l'ha portata a scelte errate. La Cgil è quindi intervenuta per tutelare i 9 dipendenti con tutti gli strumenti previsti dalla legge.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

 Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Come contribuire alla raccolta fondi. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Medici e infermieri di ospedali piccoli e medi faticano a far fronte alla situazione anche per carenza di medicine e apparecchiature, che saranno acquistate con il ricavato della raccolta. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa