Nuova Aurelia, sbloccati i lavori: il ministro Delrio in visita In evidenza

Oggi a La Spezia il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio e il Presidente dell'Anas Gianni Vittorio Armani hanno visitato il cantiere della Variante di La Spezia per fare il punto sul nuovo cronoprogramma dei lavori di costruzione del 3° Lotto della variante alla strada statale 1 'Via Aurelia' tra Felettino e il raccordo autostradale La Spezia-Santo Stefano di Magra, che costituisce uno dei tratti dell'itinerario costiero denominato "Nuova Aurelia".

Lunedì, 21 Settembre 2015 11:52


Il 3° lotto, lungo complessivamente 4,2 km, prevede uno sviluppo di circa 1,5 km all'aperto e circa 2,7 km in galleria. Lungo il tracciato sono previsti 4 svincoli, 6 gallerie naturali, 3 gallerie artificiali, 4 viadotti principali e 11 viadotti secondari.

 

"Siamo felici oggi di veder ripartita un'arteria nevralgica, a livello nazionale oltre che per i cittadini liguri, e di collegamento internazionale – ha affermato il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio – la nuova Aurelia, dopo che ha subito rallentamenti per vicissitudini purtroppo comuni anche ad altri cantieri, riafferma di essere un'opera utile al lavoro, al turismo e all'economia e a far funzionare il sistema logistico intermodale italiano".

"Il cantiere è stato sbloccato e ora è finalmente in piena produzione. È importante imprimere un forte impulso ai lavori di questa arteria, anche per recuperare i ritardi dovuti agli avvicendamenti dell'ATI Appaltatrice che non hanno permesso, in questi anni, di completare la costruzione di un'opera così importante per il territorio", ha dichiarato il Presidente dell'Anas Gianni Vittorio Armani.

I lavori erano stati consegnati nell'agosto 2011 all'ATI Coestra -CL'A-Secol e la loro ultimazione era prevista per gennaio 2015. Nel corso dello svolgimento dei lavori, la COESTRA, per ragioni economico/finanziarie, ha presentato domanda di concordato preventivo accolta dal Tribunale di Firenze nell'aprile 2014. Dalla data di consegna lavori a tutto il mese di aprile 2013 l'ATI appaltatrice aveva realizzato lavorazioni pari a circa il 16% dell'importo lavori. Successivamente, a partire dal dicembre 2014, la TOTO S.p.A. Costruzioni Generali è subentrata nella totalità della gestione dell'appalto ed è partito un serrato confronto con tale impresa per risolvere alcuni aspetti tecnici di dettaglio, in esito al quale in queste ultime settimane è stato possibile riavviare il cantiere.

"Entro l'estate 2017 – ha spiegato il Presidente dell'Anas Armani – sarà finalmente fruibile la variante all'abitato di La Spezia, i suoi collegamenti con il tessuto urbano e con la zona portuale realizzano, con lo svincolo di Castelletti e con i primi due lotti già aperti al transito, un asse tangenziale alla città di La Spezia, che collega la statale 1 'Via Aurelia' nei pressi di San Benedetto con il Raccordo Autostradale La Spezia – S. Stefano Magra e con il sistema autostradale. L'investimento complessivo è di oltre 194 milioni di euro".

Per quanto riguarda gli altri interventi della Nuova Aurelia in Liguria, oltre ai due lotti già ultimati in provincia di La Spezia, Anas ha realizzato negli anni passati interventi per uno sviluppo complessivo di circa 23 chilometri per un importo complessivo di 257 milioni di euro.
Sono attualmente in corso anche i lavori in variante all'attuale tracciato della SS1 'Via Aurelia', a Savona, tra il torrente Letimbro e Albisola Superiore, che rappresenterà anche la viabilità di accesso all'hub portuale della città. L'investimento complessivo è di circa 239 milioni di euro.
Sono invece in fase di progettazione, altri nove interventi della Nuova Aurelia, per uno sviluppo complessivo di circa 32 chilometri ed un importo di circa 1,5 miliardi di euro, di cui due interventi, per un importo complessivo di 95 milioni di euro, rientranti nel piano pluriennale Anas 2015-2019.

"Con la realizzazione della Nuova Aurelia – ha concluso il Presidente Armani – si potenzierà un importante itinerario internazionale di collegamento con la Francia e la Spagna e si avrà un circuito infrastrutturale che migliorerà l'efficienza di aree vaste in cui poli e nodi logistici costieri e interni saranno integrati in modo funzionale ad altre infrastrutture e terminali di trasporto multimodale, facilitando l'integrazione tra soggetti economici interni ed esterni al sistema marittimo portuale della Liguria, costituito dai porti di La Spezia, Savona, Vado Ligure e Genova". (21 settembre)

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

 Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Anas

Il concorso "Sicurezza stradale in musica" per sensibilizzare i giovani contro l'uso di alcol, droga e cellulare alla guida. Leggi tutto
Anas
Per i lavori di manutenzione nella galleria "Madonna della Guardia". Leggi tutto
Anas

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa