Maltempo, il Comune di Levanto al lavoro per riparare i danni subiti dal territorio In evidenza

Dopo il violento temporale scatenatosi nella notte tra domenica e lunedì scorsi, che ha provocato allagamenti e danni sul territorio levantese, la macchina comunale si è subito messa in moto per verificare le situazioni più critiche ed intervenire con rapidità per far tornare la situazione alla normalità nel paese, in periferia e lungo le strade che conducono alle frazioni della vallata.

Martedì, 25 Agosto 2015 10:19

I problemi maggiori sono stati riscontrati in prossimità del paesino di Gallona, lungo la strada che da Sorlana conduce a Vignana e in località Vallesanta (lungo il torrente Fosso delle streghe): in tutti e tre i casi si è trattato di cedimenti della carreggiata che fortunatamente non hanno implicato la chiusura dei rispettivi percorsi viari ma che necessitano di una perizia e di interventi di una certa portata e costi, e per i quali il Comune chiederà quindi il riconoscimento dello status di "somma urgenza".

Per il resto, nella vallata si sono verificate numerose frane o cadute di sassi e terreno fangoso lungo le direttrici comunali, ma si è trattato di episodi di piccola entità: gli operai del Comune e di una ditta locale sono immediatamente intervenuti rimuovendo gli ostacoli dalla carreggiata, in particolare lungo le comunali Sant'Anna-Dosso e Pié dell'Erta-San Gottardo, ma continueranno ad operare laddove arriveranno ulteriori segnalazioni dai residenti.

Anche gli alberi abbattuti dalla furia del vento nella vallata sono stati rimossi, mentre le acque del Ghiararo, il maggior torrente che attraversa il territorio e il centro del paese accogliendo numerosi affluenti dalle colline, sono defluite senza creare particolari apprensioni, anche perché il letto del fiume era sufficientemente pulito dalla vegetazione. Solo alla foce la corrente ha provocato la rottura degli argini tra la spiaggia libera e lo stabilimento balneare "Blu Marlin".

Sugli allagamenti nel centro del paese (piazza Staglieno e via Garibaldi in particolare) sono intervenuti già dalla prima mattinata di lunedì il Comune, la Protezione civile e i Vigili del fuoco volontari, per liberare dall'acqua i fondi commerciali maggiormente colpiti.

Il Comune ha disposto che tutti coloro (privati, titolari di attività commerciali, proprietari di terreni agricoli) che hanno riportato danni di una certa entità a manufatti, strutture e merci

possano presentare domanda di contributo al Comune (ufficio Commercio e Attività produttive) compilando il modulo predisposto dalla Regione Liguria e scaricabile dall'home page del sito del Comune di Levanto, e corredandolo della documentazione indicata. (25 agosto)

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Il fatto è successo ieri nella Chiesa di piazza Sant'Agostino Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa