Spezia, pensione "zombie" da 60mila euro: i tre funzionari negligenti se la cavano con una tirata d'orecchie

di Niccolò Re

LA SPEZIA - Due impiegati del Comune della Spezia e una funzionaria della Direzione Provinciale del Tesoro (ora Ministero delle Finanze) con la loro negligenza hanno permesso a una donna, M.M., di incassare dal 2003 al 2008 la pensione della madre deceduta.

Martedì, 09 Ottobre 2012 14:30

Nonostante la truffa sia costata alle casse dello stato oltre 60mila euro, i tre dipendenti pubblici sono stati condannati al pagamento di una multa poco più che simbolica: 2000 euro a testa. Una clemenza dettata dal loro ottimo curriculum professionale e, soprattutto, dal fatto che la magistratura, pur individuando le responsabilità personali, ha attribuito il grosso della colpa al dinosauro della burocrazia, alle manovre lente e complicate di Comune, Direzione Provinciale del Tesoro e Inpdap (Istituto nazionale previdenza dipendenti amministrazione pubblica). Bestioni distratti e incapaci di scambiarsi prontamente le giuste informazioni: inutile, quindi, prendersela oltre una certa misura con tre rotelle di un ingranaggio mostruoso.

 

(9 ottobre)

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Andrea Cabano, con il suo gelato prodotto con i limoni di Monterosso, conquista il terzo posto al 51° Concorso "Coppa D'Oro". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa