Don Calzetta, una vita passata in mezzo alla sua gente In evidenza

Da Pignone, dov'era nato nel 1934 e dove è stato sepolto, a Veppo, da Brugnato, dove ha insegnato per anni e dove da tempo era canonico della concattedrale, a Riccò del Golfo, da Valdipino a Stadomelli, e poi ancora a Ponzò, a Quaratica, a Carpena: don Eugenio Calzetta, spentosi nei giorni scorsi, aveva identificato la sua missione di prete con una valle, la Val di Vara.

Domenica, 18 Gennaio 2015 12:11

E la Val di Vara lo ha sempre riconosciuto come un pastore e un fratello amatissimo. Del quale ci si poteva fidare, al quale si poteva chiedere sempre un consiglio. Anche negli ultimi tempi, ospite del Sacro Cuore di Brugnato, non cessava di seguire da lontano le sue parrocchie, e in tanti si recavano da lui per salutarlo e per confidarsi, sperando in un suo ritorno.

Anche quando aveva ricoperto incarichi a Spezia, come quello di direttore dell'ufficio di Arte sacra, di insegnante alla Pia Casa di salita Quintino Sella, di vice direttore dell'Istituto del clero, non aveva mai lasciato la sua valle. All'azione pastorale univa anche l'impegno sociale, in mezzo alla gente, e quello culturale e liturgico, appassionato com'era del canto sacro e del suono dell'organo. Resterà il ricordo di quanto ha fatto per rilanciare la tradizione di culto al santuario dell'Agostina, immerso tra i boschi tra Valdipino e Riccò: al santuario aveva dedicato un libro di storia frutto di appassionate ricerche, ed ancora nel 2013 vi aveva accolto con gioia il vescovo Palletti per uno dei pellegrinaggi diocesani.

Ed è stato Palletti, giovedì, a presiedere a Pignone il funerale, di fronte a una grande folla: non solo la chiesa era gremita ma anche la piazza. Col vescovo, c'erano il vescovo emerito Staffieri, il vicario generale Nuti ed oltre quaranta sacerdoti. Numerosi anche i diaconi permanenti. Al termine del rito, il sindaco di Riccò Loris Figoli, presente insieme a diversi altri sindaci della valle, ha ricordato la grande capacità di accoglienza di don Eugenio, la vicinanza alla gente. Ai familiari le nostre sentite condoglianze..

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(1 Voto)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

I controlli nelle zone della movida saranno intensificati e partiranno dal pomeriggio. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa