Pappagallo torturato e ucciso alla Pieve

LA SPEZIA - La storia e i film ci hanno tristemente parlato di teste di capretti e cavalli tagliate per dare un minaccioso avvertimento; mai, tuttavia, di pappagalli morti con il capo carbonizzato.

Martedì, 28 Agosto 2012 09:47
Questa cruenta e terribile circostanza ha sconvolto ieri sera un giovane spezzino che, tornato a casa (alla Pieve) dopo una giornata di mare, ha trovato uno dei suoi pappagalli, un raro esemplare proveniente dalla Nuova Guinea, privo di vita, la testa annerita dal fuoco. Il ragazzo altro non ha potuto fare che denunciare il fattaccio alla polizia; per spiegare il barbaro gesto, gli inquirenti stanno pensando a eventuali grane con i vicini.

 

(28 agosto)

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(1 Voto)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Il presidente dell'Autorità di Sistema Portuale fa il punto dopo il cedimento del ponte Darsena a Pagliari: "Priorità far rientrare a casa gli evacuati". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa