Sfregiate dai vandali le mura della Grotta Byron In evidenza

PORTO VENERE ‒ Inconcepibile atto vandalico a Porto Venere: la Grotta Byron, uno dei luoghi più amati e più ammirati dai turistiche frequentano il golfo è stata sfregiata con una gigantesca scritta volgare.

Venerdì, 03 Agosto 2012 10:57
Nella notte fra mercoledì e giovedì qualcuno che si crede particolarmente furbo e intelligente ha vergato con vernice nera a caratteri cubitali sulle antiche mura alcune parole e simboli, non escluso l'immancabile stemma dell'anarchia che in questo caso, è da presumere, c'entra come i cavoli a merenda. Chissà, forse gli ignoti ‒ si spera per poco ‒ autori di questa incivile bravata credevano di avere fatto una cosa molto divertente.

Immediata e indignata è esplosa la protesta in paese e sul web. C'è chi crede di sapere chi siano gli autori di questa idiozia, chi reclama punizioni esemplari per i vandali (o, se minorenni, per i loro genitori), chi si dichiara pronto ad andare a ripulire le mura.

Ecco alcune frasi prese da Facebook:

"La decadenza è imperante. Inutile dire che i ragazzi maleducati ormai sono ovunque. Non si rendono nemmeno conto di quel che fanno, anzi, sicuramente per loro quei muri sono soltanto vecchiumi senza alcun fascino! Io userei dei gran schiaffoni, ma si sa, oggi sono considerati un atto condannabili, povere creature!".

"È orribile... sono così ignoranti che non sanno che le vecchie mura sono e sono state molto importanti nella difesa del paese. È come se avessero imbrattato la nostra storia... indecente".

"Purtroppo temo che acetone, alcool e sapone non basteranno, so che le aziende di igiene urbana fanno una fatica terribile a ripulire i muri imbrattati e hanno macchinari a disposizione. Fossi lì darei una mano, teneteci aggiornati! Povera Italia aggiungo".

"Chi ha fatto questa stronzata ha rischiato sul serio perché spesso passo di lì per andare a casa e se li beccavo non so come andava a finire".

Il fatto è che da qualche tempo a questa parte Porto Venere è diventata invivibile: bande di ragazzini fanno quello che vogliono, disturbano i passanti, si picchiano fra di loro, l'altro giorno c'è stata una scazzottata fra due di loro che ha messo in agitazione mezzo paese. E i turisti si chiederanno in quale posto sono finiti.

Secondo il pensare comune della gente, un po' tutti sono convinti che dopo l'occupazione delle calate pubbliche, dopo lo scarico di rifiuti tra le scogliere e sulle spiagge, dopo gli atti di maleducazione e dopo le risse quello di ieri notte fosse il naturale sviluppo. Ma finora la richiesta di maggiori controlli è rimasta senza esito. E il fatto che i vantali abbiano potuto fare i loro comodi per chissà quanto tempo nella notte ne è la palese dimostrazione.

In Comune comunque si sono subito mobilitati per ripulire le mura e a quanto risulta si sta cercando in tutta urgenza una ditta specializzata sperando che considerato il momento ferragostano, se ne possa trovare una.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa