La Neve gremita per dire sì alla vita

di Francesco Bellotti - La diocesi della Spezia-Sarzana-Brugnato ha voluto rinnovare la sua testimonianza in difesa della vita affollando venerdì sera la chiesa salesiana della Neve par la veglia in occasione della trentaseiesima Giornata Nazionale per la vita.

Sabato, 01 Febbraio 2014 17:00

La veglia, presieduta dal vescovo Luigi Ernesto Palletti, è stata animata da canti, preghiere e testimonianze di chi opera sul campo quotidianamente in aiuto dei più deboli. Riprendendo il titolo della Giornata, mons. Palletti ha sottolienato che «accogliere la vita significa "generare il futuro". Nel seme c'è l'albero. L'albero porta i frutti col tempo, ma senza seme non ci può essere l'albero. La nostra vita deve essere umana, capace di fare scelte positive, evitando di auto-distruggersi. Noi non siamo predeterminati, ma liberi, capaci di scegliere. Avere la possibilità di scegliere comporta il rischio. Ma la vita non può essere scelta. Essa ci è data, è un dono. E, in quanto tale, va tutelata e custodita, dal suo nascere al suo spegnersi naturale. Se non c'è rispetto per la vita, si spegne il rispetto per l'uomo. Ne va la dignità dell'uomo. Siamo chiamati a tutelare e far crescere la vita. Se rinunciamo alla vita, rinunciamo a noi stessi. Non è un atto di libertà togliere la vita, perché impedisco a una vita di vivere. L'impegno per la vita, oggi, significa operare per il futuro. Preghiamo il Signore della vita perché l'uomo capisca che il valore della vita è elevato dalla fede ma è comprensibile a livello umano». Dell'impegno in favore della vita ha parlato Anna, volontaria del Centro aiuto alla vita (CAV), che opera in uno sportello presso l'ospedale Sant'Andrea. «L'aborto è un'emergenza educativa che esige prevenzione. Nel 2013 a Spezia ci sono stati 499 aborti. Per questo è importante incontrare i giovani e renderli consapevoli del problema. Molte giovani credono di risolvere tutto con l'aborto, ma non è così. Quest'anno il concorso scolastico europeo del Movimento per la Vita ha premiato anche una ragazza spezzina, alunna del liceo scientifico, che ha vinto un viaggio a Strasburgo insieme ad altri studenti di varie città italiane». Parlando dell'esperienza con le madri in difficoltà, Anna ha sottolineato l'importanza dell'ascolto, dell'analisi delle problematiche e dell'accompagnamento, sia dal punto di vista logistico sia considerando il rapporto col partner, spesso decisivo nella scelta dell'aborto. La volontaria ha anche ricordato che, per aiutare le famiglie in difficoltà, c'è un fondo in via Malaspina dove il CAV distribuisce gratuitamente per bambini da zero a due anni carrozzine, pannolini, alimenti e altro materiale utile. Infine, il CAV ha ringraziato gli spezzini per le oltre duemila firme che sono state raccolte per la campagna "Uno di noi" per il riconoscimento giuridico dell'embrione. La campagna, che ha totalizzato quasi due milioni di firme nell'Unione Europea, è la prima iniziativa popolare di questo tipo a livello europeo e dovrebbe, ad esempio, impedire o limitare la sperimentazione sugli embrioni.


 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(1 Voto)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Domenica 22 settembre la corsa non competitiva sul fronte a mare. Peracchini: “Grande messaggio di umanità”. Il ricavato sosterrà la ricerca scientifica. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Questa mattina il sopralluogo del sindaco di Sarzana e dell’assessore regionale Giacomo Giampedrone. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa