Don Carlo Brizzi nuovo parroco di Migliarina

Don Carlo Brizzi è il nuovo parroco prevosto di Migliarina, una delle più popolose parrocchie della diocesi. Lo ha nominato nei giorni scorsi il vescovo monsignor Luigi Ernesto Palletti.

Sabato, 25 Gennaio 2014 16:28

La nomina fa seguito a quella dell'attuale parroco, monsignor Enrico Nuti, a vicario generale della diocesi, avvenuta nello scorso mese di settembre. Monsignor Nuti, come è noto, da alcuni anni ricopre anche l'importante incarico di preside dello Studio teologico interdiocesano "Monsignor Enrico Bartoletti" di Camaiore, dove studiano i seminaristi della diocesi insieme a molti altri colleghi toscani. Per questi motivi, il vescovo ha ritenuto opportuno accogliere la sua richiesta di essere sollevato dalla guida pastorale di Migliarina, ed ha nominato parroco don Carlo Brizzi. Alla Spezia il nuovo parroco è nato sessantasei anni or sono, il 20 novembre 1947, ed è stato ordinato sacerdote da monsignor Giuseppe Stella il 14 ottobre 1972. Per circa nove anni è stato curato di monsignor Romano Moracchioli in piazza Brin. Nel 1981 il vescovo monsignor Siro Silvestri lo inviò come parroco arciprete a Manarola e Volastra, nel comune di Riomaggiore, e da allora è sempre rimasto nelle Cinque Terre, svolgendo anche di tempo in tempo gli incarichi di vicario foraneo, di amministratore parrocchiale a Corniglia e di parroco "in solidum" a Riomaggiore. Dal 1999 è subentrato al compianto don Sandro Crippa come rettore del santuario di Soviore e della parrocchia omonima. Don Brizzi è stato inoltre assistente zonale degli scout dal 1984 al 2000 ed è il responsabile dell'associazione musicale "Cèsar Franck", che organizza ogni anno importanti concerti di organo e di musica sacra nello Spezzino. A Migliarina, dove il vescovo lo presenterà ai fedeli domenica 16 febbraio alle 15.30, sarà il nono parroco dall'inizio del secolo scorso. La parrocchia conta oggi circa ottomilacinquecento abitanti ed in base all'ultimo annuario diocesano è la seconda più popolosa della diocesi dopo quella limitrofa di Mazzetta. Al nuovo parroco gli auguri di un fecondo ministero pastorale.

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

"Siamo di fronte ad una fase cruciale per le sorti del paese e per il futuro del campo del centro-sinistra". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Lo ha deciso il Comune della Spezia nell’ultima riunione di giunta. Nel ’44 don Scarpato fu catturato dai nazifascisti: imprigionato e picchiato, non disse una parola. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa