Monterosso, timori tra allerta e gru banderuola

"Se aver paura è umano, verificare che nessuna Autorità interviene per rendere sicura una area abbandonata, come potremo definirlo?". Questa, da Monterosso, la denuncia del referente locale dell'IDV, Nicola Busco.

Sabato, 04 Gennaio 2014 13:37
"Ancora allerta 1 – spiega - e siamo appena usciti da qualche giorno dalla 2; è umano aver paura, sopra a tutto quando hai sulla alla testa una grossa gru pesante decine di migliaia di chili, inutilizzata da due anni, e alle spalle una voragine di cemento, che copiosamente si sta riempiendo in queste ore di acqua piovana e di scolo. Più e più volte, ho chiesto un intervento di una autorità superiore, che in una qualche maniera potesse darci rassicurazioni, e che la stessa potesse far svolgere accertamenti e collaudi obbligatori. Nulla di tutto questo, neppure il sindaco del paese, che per altro ha investito in quella struttura oltre un milione di euro, ha speso una parola, le uniche parole le ha proferite lo scorso anno, garantendo un rapido avvio dei lavori. Poi, silenzio. La base della gru è a pochissimi metri dall'alveo del canale che vomitò terra e fango nella alluvione del 2011; appena dietro gli oltre 200 mq del piano terra della struttura sono invasi da centinaia di litri di acqua, e i ferri della struttura, annegati nel cemento armato, si stanno lentamente consumando per la ruggine. Il cantiere è interamente delimitato da una rete metallica, e da strutture fisse formate da onduline poste a mo' di barriera: ogni volta che tira un alito di vento cascano sulle auto in sosta, provocando danni. E con il vento il braccio della gru ondeggia e gira come una banderuola. Questo è vivere? Da due anni, cioè da quando il cantiere è stato sequestrato, giochiamo a una pericolosissima tombola, ed ad ogni estrazione di numero tremiamo. Non è giusto né umano, vivere in questa situazione, e nonostante l'avviso del Comune che intima ai possessori delle auto parcheggiate nella zona pericolosa di Via Roma alta, di rimuovere i mezzi, il parcheggio dei motocicli e delle auto è pieno!"

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

La nota di alcuni residenti, pendolari e operatori economici delle Cinque Terre ricorrenti al Tar. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
La nota del Gruppo Primavera Borghettina: "Ennesimo disagio arrecato da un'amministrazione negligente e superficiale". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa