Braccato, dopo un inseguimento, spacciatore si dilegua In evidenza

SARZANA - Il tratto autostradale compreso tra i caselli di Sarzana e Massa, in direzione sud, è stato il teatro nella mattinata di Venerdì scorso, 20 Aprile, di una fuga rocambolesca in auto da parte di un soggetto che in tutta fretta ha abbandonato il proprio automezzo,

Lunedì, 23 Aprile 2012 15:50

 inseguito da una pattuglia di militari appartenenti alla Tenenza della Guardia di Finanza di SARZANA, per proseguire a piedi fra le sterpaglie ed i rovi della vegetazione che costeggia la massicciata riuscendo a far perdere le proprie tracce. Poco prima, infatti, una Volkswagen Passat, con una persona a bordo non ancora identificata, veniva affiancata da una pattuglia delle fiamme gialle sarzanesi che si era accostata con la propria macchina di servizio lungo la corsia di emergenza per verificare il perché della sosta dell'automezzo con le quattro frecce accese, con il conducente seduto al suo interno presumibilmente bisognoso di aiuto.  Alla vista dei militari, invece, il guidatore della Passat, con una spericolata manovra repentina, e mettendo in serio pericolo l'incolumità dei finanzieri, uno dei quali ha rischiato di essere travolto dalla fulminea ripartenza della Volkswagen, ha innestato la prima ed è ripartito a grandissima velocità in direzione Massa. All'inseguimento dell'auto si è posta subito la prima auto delle fiamme gialle immediatamente seguita a breve distanza da una seconda autovettura di servizio della Tenenza della Guardia di Finanza di SARZANA che, nel frattempo, nel giro di pochissimi minuti è riuscita a giungere sul posto ed agganciare l'auto dei colleghi posti all'inseguimento del fuggitivo.  Quest'ultimo, arrivato nei pressi dello svincolo del casello autostradale della provincia apuana, ha di fatto arrestato la propria marcia ponendosi di traverso sulla carreggiata per discendere dal veicolo e darsi alla fuga a piedi, letteralmente buttandosi giù dal terrapieno che costeggia il tratto autostradale, seguito da alcuni finanzieri che si sono anch'essi catapultati fra la vegetazione nella speranza di catturare il fuggiasco. Lo sforzo dei militari, coadiuvati nelle ricerche anche da alcune pattuglie della Polizia Stradale nel frattempo allertate e sopraggiunte a dare man forte ai finanzieri, non ha sortito gli effetti sperati. Il malvivente è riuscito a far perdere le proprie tracce e si sta ora cercando di dargli un volto, pur fra mille difficoltà.

 

Nel frattempo, l'autovettura abbandonata di tutta fretta è stata condotta e custodita presso il Comando Tenenza di SARZANA ove è stata sottoposta ad una accuratissima ispezione, anche grazie all'impiego di un'unità cinofila del Comando Gruppo della SPEZIA. Così dal vano posteriore, che normalmente occupa i circuiti elettrici che comandano l'apparto di illuminazione posteriore sinistro dell'auto, è saltato fuori un involucro trasparente contenente la famigerata "polvere bianca", in sassi, del peso complessivo di grammi 152 circa. Cocaina purissima che, sul mercato al dettaglio, avrebbe fruttato più di 60 mila euro. La droga e la Passat sono state poste sotto sequestro a disposizione delle Autorità Giudiziarie spezzina e massese immediatamente informate dell'accaduto. Continuano senza sosta le indagini per consentire di dare un volto ed un nome allo spacciatore che per ora è riuscito a sottrarsi alla cattura da parte delle Forze dell'Ordine.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Primo giorno di regate al 33° Trofeo Mariperman. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
A Seafuture 2021 dal 28 settembre al 1° ottobre Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa