Beverino, il Graveglia spacca gli argini. Sindaco Costa: "Comuni devono poter contrarre mutui per emergenze"

Nella notte tra mercoledì e giovedì il torrente Graveglia ha rotto gli argini creando una situazione di concreto pericolo a Beverino, in località San Cipriano.

Giovedì, 24 Ottobre 2013 17:31

La macchina comunale di è messa tempestivamente in moto - erano le tre - evacuando 13 persone (4 famiglie), una parte ospitate da amici e parenti, un'altra prima in Comune e poi nel Centro polivalente. La zona di San Cipriano, popolosa e delicata vista la presenza di scuole, era considerata "bianca", cioè a basso rischio. Il sindaco Andrea Costa, centrodestra, ringraziando l'ass. Raffaella Paita per il sopralluogo di giovedì mattina, ha fatto appello alle istituzioni perché non lascino sole le Amministrazioni alle prese con gravi emergenze. In particolare, il primo cittadino ha inviato una lettera a Letta, Saccomanni e Orlando chiedendo che, per lavori non rinvabili e urgenti, i Comuni possano contrarre nuovi mutui, anche qualora avessero già raggiunto il tetto di indebitamento. Costa ha chiesto anche la non applicazione dell'IVA (o aliquote agevolate) per lo svolgimento di opere essenziali per la sicurezza delle comunità.

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Stefano Viosi, confermato direttore sportivo come Giorgiana Gianardi quale “scout” e Stefano Bondi come medico sociale Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
L’associazione fondata da Giancarlo De Carlo sostiene il Comitato di Bocca di Magra Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa