Sara Frassini (Per Sarzana): Scorrettezza amministrativa e politica che ha superato ogni limite In evidenza

Diamo voce a Sara Frassini della lista Per Sarzana che ci ha inviato il seguente comunicato:

Giovedì, 17 Ottobre 2013 11:19

 

Da ieri e per i prossimi tre mesi negli uffici di questo comune lavora un volontario neolaureato (al quale viene riconosciuto un rimborso spese di 200 €/mese) alla luce di un regolamento che non esiste (Volontari civici), perché non ancora approvato dal consiglio comunale e tanto meno dalla commissione Affari istituzionali in cui ha subito le prime modifiche la scorsa settimana e che sarà riesaminato per approvarne la stesura finale nelle prossime.
La cosa più incredibile è che tutto ruota intorno sulla base di un articolo eliminato proprio dalla Commissione AAII, su proposta congiunta di Presidente (Sara Frassini, Per Sarzana) e Vicepresidente (Beatrice Casini, PD) e poi approvato da tutta la Commissione convenendo,anche con l'assessore Juri Michelucci, che il rimborso spese fosse in contrasto con l'attività di un volontario civico. Nessun rimborso sarà quindi previsto a chi vorrà prestare servizio come volontario civico.
Inoltre l'art. 2 di detto regolamento recita "In nessun caso l'attività del volontario nel contesto previsto dal presente regolamento potrà essere utilizzata quale risorsa per erogare servizi istituzionali dell'Ente o supplire carenze di organico".
Alla luce di queste considerazioni, tre giorni prima che la commissione AAII si riunisse, il regolamento che non esiste dei Volontari Civici, era non già un metodo per aiutare il Comune nei piccoli lavori, ma un metodo per far lavorare chi si vuole, pagandolo quanto si vuole e cosa ancor più grave utilizzandolo come un dipendente sottopagato.
Ma come è possibile fare domanda per entrare in un albo che non esiste ancora? Ma a cosa serve il Consiglio Comunale se non ha neppure più la capacità di votare un regolamento e la Commissione che io presiedo se le modifiche proposte e votate anche dalla maggioranza non vengono neppure considerate? Ma come può un Dirigente autorizzare al pagamento di una somma come rimborso spese non prevista da nessun atto o regolamento?
Spero che il Sindaco e l'assessore Michelucci, che tanto ha voluto questo regolamento e che con la commissione ha passato oltre 2 ore per apportare le prime modifiche che assicurassero imparzialità e tutela da e per l'ente vogliano dimostrare alla città che il consiglio comunale , anche a Sarzana, è il principale organo collegiale dell'amministrazione, facendo annullare quella determina.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Sono 7.586 i positivi residenti nello spezzino. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
di Giacomo Cavanna - Tradizionale cerimonia di imbascamento al Comsubin per sette nuovi incursori. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa