Beni messi in vendita alla Crocetta di Porto Venere: il pronunciamento della Soprintendenza In evidenza

Era stata interpellata da Legambiente.

Giovedì, 13 Gennaio 2022 19:58

 

La prima delle richieste della petizione online "Non si vende il Paradiso", lanciata da Legambiente La Spezia e supportata da 31 tra movimenti, associazioni e comitati, sembra andare verso la concretizzazione, a seguito del parere espresso dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e paesaggio per la Città Metropolitana di Genova e la Provincia della Spezia.

E' arrivata, infatti, la risposta alla segnalazione che era stata fatta da Legambiente, come primo atto della vertenza contro la vendita dei beni comunali, definiti "di notevole valore storico, naturale e paesaggistico", posti tra il Castello Doria e il Muzzerone, nel Comune di Porto Venere.

Lettera alla mano, spiega Legambiente: "Il Soprintendente, Cristina Bartolini, segnala al Comune, e per conoscenza a noi che abbiamo fatto la segnalazione, che il terreno messo in vendita, a differenza del fabbricato, non è stato ancora sottoposto a Verifica dell’interesse culturale, per cui rientra in quella casistica dei beni inalienabili, almeno sino al termine di tale procedura. Procedura che, desumiamo, dovrebbe essere avviata. E’ quindi logico che questa constatazione dovrà avere come conseguenza l’interruzione del procedimento di asta pubblica, la prima cioè delle richieste in calce all’Appello che ha ormai raggiunto l'obiettivo delle 35mila firme".

Ricordiamo che la petizione chiede anche il mantenimento della proprietà pubblica e l’avvio di un percorso partecipato "finalizzato all’uso conservativo di quella porzione di territorio, che ne favorisca la fruizione con finalità educative nel rispetto dei suoi valori e del genius loci".


Qui sotto si può scaricare la comunicazione della Soprintendenza.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Download allegati:
Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

"Ci risultano essere in arretrato almeno quattrocento operazioni chirurgiche, il che rende di fatto bloccato l'intero reparto" Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
"Ci chiediamo se la permanenza in Giunta dell'Ass. Frijia sia ancora opportuna dopo la condanna comminata ancorché per fatti estranei all'attuale attività assessorile." Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa