Arriva la Juve, ma stavolta il traffico non va in tilt In evidenza

In campo più di 30 agenti della Polizia Locale: il passaggio di diverse migliaia di tifosi non ha creato problemi.

Giovedì, 23 Settembre 2021 10:40

Nessun problema alla viabilità durante la partita di ieri tra Spezia e Juventus allo stadio Picco.

La Polizia Locale ha messo in campo oltre 30 agenti e sovrintendenti, coordinati da tre ufficiali per le operazioni viabilistiche e per il presidio della sala operativa interforze all’interno dell’impianto sportivo.

Sulla base della pianificazione dei servizi di sicurezza elaborata dalla Questura, alla Polizia Locale sono stati affidati i presidi degli incroci a maggior rischio, per limitare al minimo ogni interferenza con il traffico locale. La posizione dello stadio, come è noto, è tale infatti da interferire fortemente con la viabilità per Portovenere e le Cinque Terre, così come la chiusura di via dei Pioppi durante le partite limita i collegamenti con i quartieri a nord della città.

Così gli agenti sono stati impegnati all’intersezione tra viale Amendola e viale Garibaldi, dove converge tutta la tifoseria spezzina, a piedi e con veicoli a due ruote, in uscita dallo stadio e lungo il percorso stabilito per il deflusso protetto dei tifosi juventini verso l’autostrada.

In poche decine di minuti gli operatori della Polizia Locale hanno garantito il completo passaggio su strada di diverse migliaia di persone, senza che la circolazione stradale risentisse di particolari disagi. L’impegno della Polizia Locale proseguirà per tutta la stagione calcistica con un contingente di personale variabile a seconda del numero (e dell'animosità) dei tifosi delle squadre ospiti.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

L'uomo è un pluripregiudicato per reati contro il patrimonio, la persona e in materia di stupefacenti. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
In carcere da 22 mesi lo studente egiziano dell'Università di Bologna verrà scarcerato, ma non è stato assolto. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa