Stampa questa pagina

Riparte la scuola in presenza e l'Unione degli Studenti riparte da un'assemblea pubblica

Per rilanciare il suo ruolo e il dialogo ed il confronto tra gli studenti e con le istituzioni.

Lunedì, 13 Settembre 2021 19:19


Dopo questo lungo periodo di isolamento sociale in cui ogni forma di aggregazione è venuta meno, vogliamo offrire nuove opportunità di confronto riguardo la precarietà in cui le istituzioni hanno lasciato la scuola pubblica.

 

Il 15 settembre inizierà la scuola, e abbiamo organizzato un'azione di rilancio della figura del sindacato, un'azione comune in tutti gli istituti superiori della città, attraverso l'affissione di cartelloni e la distribuzione di volantini in cui spiegheremo le vertenze che portiamo avanti ormai da anni.

Inoltre abbiamo deciso di indire un'assemblea pubblica in piazza Verdi, alle 16.30 del 17 settembre in cui discuteremo insieme agli studenti che parteciperanno e alle realtà territoriali riguardo a diverse tematiche.
La prima di cui andremo a parlare sarà la campagna Cantiere Scuola, nata nel gennaio 2021, che espone il manifesto della scuola pubblica che vogliamo, in cui si punta a ricostruire la scuola dal basso a partire da chi la vive tutti i giorni e a creare nuovi spazi di dialogo.
Stiamo lavorando ad una riforma radicale e strutturale che va dalla valutazione all'edilizia, dalla didattica al diritto allo studio.

Riteniamo sia giunto il momento di riaprire un dibattito pubblico rispetto a che tipo di scuola si vuole ricostruire, rivendichiamo il ruolo sociale della scuola e dei luoghi di formazione, che devono esercitare un ruolo decisivo nella formazione degli individui.

Inoltre introdurremo il progetto riguardante la rappresentanza e la partecipazione, a cui stiamo già lavorando al livello nazionale. Vogliamo creare una rete di rappresentanti e di interessati alla rappresentanza, che coinvolgano tutti gli studenti e li spingano a riattivare il dibattito ormai morto tra gli istituiti scolastici e all'interno di essi, riconoscendo le varie problematiche della scuola, per tentare di risolverle e facendoci una volta per tutte ascoltare da chi finge di preoccuparsi per le sorti di noi studenti.

L'assemblea avrà anche come fine quello di aprire un dialogo tra i partecipanti per parlare delle problematiche a livello ambientale ed ecologico all'interno degli istituti scolastici ma anche nella città stessa. Per questo proporremo, nelle modalità che ci saranno concesse, un'attivazione il 24 settembre, data nazionale del fridays for future.

La situazione in cui ci troviamo ci porta ad agire in modo forte: siamo studenti, abbiamo i nostri diritti e dobbiamo far sentire la nostra voce.

Unione degli Studenti La Spezia, il Sindacato Studentesco

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Elena Voltolini - Grazie ad un bando del Ministero e ad un progetto ad ampio raggio che punta soprattutto a tutelare i giovani. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa