La Spezia investe sulla rete fognaria "Per essere esempio a livello nazionale" In evidenza

di Doris Fresco - 10 milioni di euro di investimento per la riqualificazione della rete fognaria ed un nuovo depuratore. L'appello ai cittadini: "Dove possibile, effettuare l'allaccio alla rete riqualificata".

Mercoledì, 21 Luglio 2021 20:21

 

La valorizzazione del territorio e il rispetto per l'ambiente passano anche da una rete fognaria funzionale, moderna e di qualità. Ci crede fortemente l'amministrazione Peracchini, che ha deciso di investire ingenti risorse per "Rendere le acque del Golfo pulite, potenzialmente balneabili", per usare le parole del Primo cittadino.

La presentazione del progetto di riqualificazione del sistema, che va dallo sviluppo della rete fognaria nel Comune della Spezia, alla realizzazione del depuratore, con interventi sulle reti potabili, è avvenuta questa mattina durante una conferenza stampa che ha visto la partecipazione di Pierluigi Peracchini, Sindaco della Spezia; Mario Previdi, presidente Acam Acque e Marco Fanton, direttore di Acam Acque.

"In tanti ci chiedono come stiamo lavorando sul sistema delle fognature- ha spiegato il Sindaco- ed oggi vogliamo fare il punto della situazione. Per questa amministrazione sono importanti gli investimenti a 360° per lo sviluppo e la sostenibilità della città, che passa anche attraverso una rete fognaria di qualità. In due anni abbiamo investito 7 milioni di euro che hanno permesso il completamento della fognatura al Canaletto, una parte di Mazzetta e Fossamastra. Ancora in fase di realizzazione reti fognarie di un'altra parte del quartiere di Mazzetta e Valdellora, per un investimento di oltre 2 milioni di euro. Inoltre stiamo lavorando per il rifacimento totale del depuratore: tutto ciò permetterà, nel 2025/2026 di avere un Golfo con acque pulite e trasparenti che potrebbe essere balneabile". Anche se la Legge Regionale non permetterà l'effettiva balneabilità, è certo che avere un Golfo pulito sarà di beneficio per tutti i cittadini.

"Tutto questo progetto è reso possibile grazie al lavoro con Iren- ha commentato ancora Peracchini- Tutti gli investimenti per il rifacimento della rete fognaria e per i lavori sul depuratore e sulla rete idrica ci permetteranno di fare un salto di qualità in avanti ed essere esempio a livello nazionale".


Dunque un intervento complessivo di circa 10 milioni di euro, che, come commentato dal presidente di Acam Acque "Dimostra un cambio di passo rispetto al passato"

Fondamentale sarà l'avvio del nuovo depuratore, nel 2025: "Questo sarà il fulcro del progetto di riqualificazione, per dare alla città nel 2025 un nuovo livello di sostenibilità ambientale. Il depuratore attuale risale ormai a 40 anni fa, quindi necessita di una ristrutturazione e di un ammodernamento. Attualmente siamo in fase di progettazione".

Ha concluso Fanton: "Abbiamo fatto e stiamo facendo interventi importanti, anche con cantieri difficili, su piccoli spazi che però sono andati bene e non hanno mai portato a criticità. Dotare la città di questa rete è molto importante e adesso c'è bisogno della collaborazione dei cittadini che devono allacciarsi alla nuova rete ed usarla correttamente".

Questo sembra in effetti essere un aspetto critico per questo la conferenza stampa si è chiusa con un appello ai cittadini: "Stiamo andando a rilento con gli allacci, ognuno deve dimostrare sensibilità civica e farsi avanti. Il costo di allaccio c'è ma è comunque piuttosto basso, perchè si parla di circa 285 euro. Ovviamente poi ci sono gli interventi per i condomini per adeguare la propria situazione prima ancora di procedere con l'allaccio. I tempi non sono stringenti ma entro un anno sarebbe utile che tutti quelli che possono allacciarsi lo facciano".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Scultore di fama e autore di importanti monumenti in varie città italiane, è stato anche maestro di almeno due generazioni di scultori spezzini all'Accademia di Belle Arti di Carrara. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Già mesi fa la donna aveva raccontato tutto ai Carabinieri, ma aveva deciso di ritentare la convivenza. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa