Sbarca alla Spezia il Progetto Frutta Urbana con la SpruGolosa In evidenza

di Massimo Guerra- Mille vasetti di marmellata di arance amare made in La Spezia, grazie al Comune , all'associazione Orti di San Giorgio, alla Fondazione Aut Aut

Sabato, 10 Aprile 2021 20:19

Si chiama Sprugolosa la marmellata di arance amare della Spezia, presentata questa mattina in conferenza stampa dal sindaco Pierluigi Peracchini insieme ai soci degli Orti di San Giorgio Monica Fiorini, Massimo Guerra e Cristina Tartarini e a Don Fabrizio Di Loreto direttore dell'Opera Salesiana e Anna Iavazzo che gestisce da cinque anni l'associazione "colazioni col sorriso".


Con i 5 quintali di arance Melangolo raccolte in febbraio lungo Via Chiodo sono stati prodotti nel laboratorio certificato GiardiGiò di Riccò del Golfo un migliaio di vasetti di marmellata a km zero, con una etichetta d'autore donata da Paola De Petris Parra, disegnatrice del Corriere della Sera. Di questi alcune centinaia sono stati distribuiti alle associazioni della Fondazione AUT AUT (A.G.A.P.O. e Fondazione Il Domani dell'Autismo), mentre circa 200 sono stati donati dal Comune all'associazione salesiana che ogni mattina distribuisce colazioni gratuite alle persone indigenti.

"Da un progetto benefico che ha coinvolto tutta la città attraverso gli Orti di San Giorgio e la Fondazione Aut Aut ne nasce un altro, perché le marmellate che sono state confezionate con la frutta degli alberi della città saranno donate alle Colazioni del Sorriso - dichiara il Sindaco Pierluigi Peracchini - un'operazione di solidarietà che ha coinvolto tutti e che dimostra quanto la nostra comunità sia forte, solidale e coesa attraverso la facilitazione del Comune della Spezia. Ringrazio tutti i ragazzi coinvolti e l'augurio è che progetti analoghi di solidarietà possano diventare appuntamenti fissi con il coinvolgimento sempre più ampio del terzo settore."

Il Progetto Frutta Urbana ha utilizzato arance a km e veleni zero: gli alberelli non vengono trattati con antiparassitari e anticrittogamici dal Comune e le analisi sulle arance hanno certificato l'assenza di inquinanti: molto al di sotto dei limiti minimi di legge, addirittura non misurabili le tracce di cadmio, piombo e benzo-pirene.

"Siamo contenti del fine benefico della nostra iniziativa – sottolinea un volontario degli Orti – e speriamo che la marmellata amara sia di gradimento". Frutta Urbana è un progetto giovanissimo che vede in prima linea l'associazione romana Linaria e Fruttorti Parma specializzati in cachi. All'estero le pratiche di raccolta in città sono molto comuni, ad esempio a Montecarlo, dove ogni anno vengono raccolte tonnellate di arance dai circa 600 alberi di Melangolo del Principato, con i cui viene realizzata anche un'ottima grappa. Il progetto Frutta Urbana investe aspetti culturali e sociali, grazie alla possibilità di "reintrodurre i valori di cui i frutteti sono portatori: saperi agronomici, botanici, gastronomici, di educazione alimentare e di condivisione".

Tutte le informazioni sulle pagine Facebook e Instagram dell'associazione Orti di san Giorgio: un vasetto gratuito con il bellissimo depliant di Martera a chi si iscrive all'associazione: presso Pasticceria Fiorini e Bellacosa in piazza Verdi, Calico Lion in via Rosselli, Il Dolce Angolo in via Prione angolo via Cernaia, all'Altra Luna in viale Aldo Ferrari.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(2 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Il presidente dell'Autorità di Sistema Portuale fa il punto dopo il cedimento del ponte Darsena a Pagliari: "Priorità far rientrare a casa gli evacuati". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa