Servizio civile al Polo riabilitativo Don Gnocchi della Spezia

A disposizione due posti. Cosa prevede e come fare domanda.

Giovedì, 14 Gennaio 2021 10:32

 

La Fondazione Don Gnocchi offre a 2 ragazzi e ragazze dai 18 ai 29 anni l’opportunità di svolgere nel 2021 un anno di servizio civile accanto a pazienti affetti da patologie temporaneamente o permanentemente invalidanti nel Reparto Gravi Cerebrolesioni Acquisite del proprio Polo Specialistico Riabilitavo del Levante Ligure di La Spezia.

Si tratta di una straordinaria esperienza di crescita personale e professionale al servizio di persone fragili, già utilizzata in questi ultimi anni da numerosi giovani.

Il progetto “Uno di noi”, approvato e finanziato dal Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio Civile Nazionale, ha l’obiettivo di coinvolgere l’Operatore Volontario in Servizio Civile, facendogli conoscere gli operatori e i rispettivi ruoli, e facendolo partecipare alla vita del reparto gravi cerebrolesioni acquisite, in affiancamento al terapista occupazionale, al servizio di pazienti con patologie invalidanti.

L’impegno presso il Polo Specialistico Riabilitativo di La Spezia si articolerà in 25 ore settimanali, con un compenso di 439,50 euro mensili e un pasto gratuito al giorno.

Le domande vanno presentate tramite SPID esclusivamente sulla piattaforma Domanda on Line (DOL) all’indirizzo domandaonline.serviziocivile.it entro le ore 14 dell'8 febbraio 2021.

Per maggiori informazioni e per ricevere supporto nella presentazione della domanda è possibile rivolgersi al Servizio Volontariato e Servizio Civile della Fondazione Don Gnocchi ai numeri 02 38264696 - 02 76456803 o all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Gli italiani hanno capito che non bisogna per forza lavorare per un’azienda che abbia attivato lo smartworking per poter guadagnare da casa Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Un progetto di “Teatro di comunità” della durata di 2 anni, Gli Scarti capofila dell’iniziativa. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa