Dalla Regione oltre 3 milioni di euro per la nuova scuola di Sarzana. Ponzanelli sarà il commissario In evidenza

di Alessio Boi- Due anni tra presentazione del progetto, costruzione e collaudo e gli alunni potranno entrare nel nuovo plesso scolastico. È modello Genova per l'edilizia in Liguria.

Giovedì, 16 Luglio 2020 16:24

Sembra molto più tangibile l'idea di un nuovo plesso scolastico a Sarzana: i fondi ci sono per realizzare il primo lotto da 9 milioni e 250mila Euro. Dopo aver già ottenuto nel 2019 i primi 4 milioni e 130mila, adesso la città può festeggiare i 3 milioni e 370 mila Euro annunciati questa mattina dal governatore della Liguria Giovanni Toti, l'Assessore Giacomo Raul Giampedrone e il sindaco Cristina Ponzanelli.

La somma dei due contributi, come si può notare, non ammonta alla cifra totale che serve per la prima parte dei lavori: il restante importo di un milione e 750mila Euro pioverà nelle casse del comune dal "conto termico secondo le vigenti normative e le indicazioni in materia del Gse".

Dunque il tesoretto c'è per realizzare una nuova scuola e riuscire finalmente a mandare i bambini in un edificio che rispetti i parametri di antisismicità.

Ma due cose particolari saltano subito all'occhio: il sindaco Cristina Ponzaneli potrà assumere i poteri di commissario per l'opera e accelerare i tempi; secondariamente dagli schemi presentati questa mattina in conferenza stampa si dà per termine ultimo il 2022.

Un commissario e due anni per la costruzione di una struttura rimandano direttamente a un modello famoso in Liguria, quello servito alla realizzazione del nuovo ponte di Genova: c'è l'intenzione, infatti, di rifarsi al "Modello Genova" per l'edilizia scolastica a Sarzana, la prima volta che si applica per l'edificazione di una scuola e la seconda dopo il ponte Morandi.

Le buste per affidare il progetto esecutivo saranno aperte domani e si deciderà, dunque, quale azienda avrà l'importante incarico di costruire il futuro dell'istruzione sarzanese.

"Vorrei specificare che la nuova scuola costerà zero ai cittadini- dichiara la Ponzanelli- questa è stata pensata per un numero molto maggiore dei 700 studenti che adesso frequentano i nostri istituti, perché c'è l'intenzione di far rientrare bambini e ragazzi in un unico plesso".

Ma è anche una questione economica, spiega sempre il sindaco: costa meno gestire un unico edificio, piuttosto che molti ma più piccoli.

L'Assessore Giampedrone afferma: "Abbiamo l'intenzione di trasportare anche un pezzo del Coc comunale nell'edificio- e ancora- oggi siamo qui a confermare il finanziamento per una nuova opera derivante da un percorso virtuoso".

Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti aggiunge: "Vogliamo bene a Sarzana che ha accettato una sfida importante e non facile. I principali stanziamenti che abbiamo fatto sono a Ventimiglia e in questa città, ovvero i due estremi della Regione, e questo vuol dire molto: significa che tutta la Liguria deve progredire con lo stesso passo, una e unita".

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Le cose principali che servono alla riuscita del tuo evento musicale, naturalmente, sono un intrattenimento emozionante che offra divertimento e una forte partecipazione del pubblico, che deve essere quanto più… Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Esiste una sorta di pregiudizio legato agli anziani che non sanno usare i dispositivi high tech e che oltretutto non fanno altro che litigare con qualsiasi dispositivo abbiano a portata… Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa