Stampa questa pagina

Targhe di ringraziamento per chi ha aiutato gli infermieri durante l'emergenza Covid-19 In evidenza

"In Italia 40 colleghi sono deceduti e molti si sono ammalati anche nella nostra realtà locale".

Venerdì, 03 Luglio 2020 15:45
Le targhe di ringraziamento degli infermieri Le targhe di ringraziamento degli infermieri Opi La Spezia

"Durante i giorni più duri e drammatici dell'emergenza Covid-19 in parecchi, sul nostro territorio, hanno dimostrato solidarietà alla nostra categoria, in maniera concreta e con tanti contributi effettivi.

Abbiamo pubblicato sui nostri social e sul nostro sito www.opilaspezia.it tutte le offerte di solidarietà, in forma di aiuto pratico, che sono arrivate all'Ordine professionale e, in questi giorni, abbiamo pensato di restituire un piccolo segno di riconoscenza, per dimostrare che gli infermieri hanno apprezzato, tanto, e non dimenticano chi si è dimostrato realmente sensibile allo sforzo, al rischio, all'impegno profuso dalla maggior parte della categoria.

Queste piccole targhe ricordo (nella foto, una parte di quelle predisposte) sono state quindi consegnate, o lo saranno nei prossimi giorni, ai professionisti, alle aziende, ai gruppi che hanno prodotto qualcosa per gli infermieri, come gli scudi facciali, o ha fornito altro materiale utile, come le creme per le mani; ma anche a chi ha messo a disposizione alloggi, offerti da un agriturismo del territorio, e a chi ha messo a disposizione la propria professionalità.

E' importante dire che le targhe, per quanto non previste alla stesura dei bilanci, non sono in alcun modo un aggravio di spesa per il 2020 dell'ente Ordine, perchè per almeno tre mesi non ci sono state quelle spese (già previste a bilancio) che abitualmente derivano dalla partecipazione alle frequenti commissioni di lavoro e incontri nazionali (nel periodo della chiusura ne erano previste almeno due) o regionali (anche in questo caso, ci sarebbero stati almeno tre o quattro viaggi a Genova); e che, infine, anche il realizzatore delle targhe, compreso il senso dell'iniziativa, ha voluto offrici uno sconto concreto.

Il nostro gesto è una sorta di restituzione di attenzione e affetto, ed insieme il ricordo di un momento che ha travolto tutta la comunità; un momento che ha contribuito, ha permesso di conoscere meglio il ruolo e la responsabilità degli infermieri, ruolo che, ci teniamo a ribadirlo, è decisivo nell'equilibrio del sistema salute nazionale (pubblico e privato) e lo è da molto prima di questa disgraziata pandemia planetaria.

Non per caso, il Who (World Health Organization) aveva stabilito che il 2020 avrebbe dovuto essere l'anno internazionale dell'infermiere: purtroppo, ben oltre le celebrazioni di rito, lo è veramente stato, anche se francamente tutti ne avremmo volentieri fatto a meno. Anche in Italia 40 colleghi sono deceduti e moltissimi si sono ammalati, anche nella nostra realtà locale. Per questi, e per le loro famiglie, è attivo il Fondo di solidarietà della Federazione Nazionale Ordini Infermieri (FNOPI) ''Noi con gli infermieri'' (www.noicongliinfermieri.org) che ha potuto contare sul contributo economico di grossi brand e di molti privati cittadini".

OPI La Spezia

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(1 Voto)
OPI Ordine Infermieri La Spezia

Via Paolo Emilio Taviani, 52
19125 La Spezia

Tel. 0187/575177

Email: segreteria@opi.laspezia.it

 

 

Ultimi da OPI Ordine Infermieri La Spezia

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa