Buone notizie per il ragazzo ricoverato al San Martino dopo un tuffo da Grotta Byron In evidenza

di Massimo Guerra- Escluse complicazioni permanenti.

Domenica, 21 Giugno 2020 18:03


Buone notizie da Genova per il quindicenne spezzino, portiere in una rappresentativa giovanile delle Aquile, soccorso in grotta Byron dopo un tuffo finito male da un'altezza di circa 20 metri.

A quanto appreso la diagnosi ha certificato una microlesione ad una vertebra - che avrebbe determinato il gap motorio del ragazzo subito dopo l'impatto con la superficie del mare - ma per fortuna sarebbero da escludere complicazioni permanenti. Il giovane portiere è stato dimesso, dovrà sopportare un busto per circa un mese ma tutto sommato è andata bene perché dovrebbe recuperare al meglio la funzionalità degli arti inferiori.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Alessio Boi- Eretta pubblica la foto di un paziente bisognoso di cure. Davide Natale: "Messa su internet come un trofeo, non conosce rispetto". Il paziente: "Ho dato io il… Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
FisTel Cisl: "Il settore è in ginocchio". Domani la mobilitazione "L’assenza spettacolare". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa