Riomaggiore saluta il mondo: "Arrivederci a presto" In evidenza

Il flash mob ha concluso un fine settimana pasquale che, nonostante tutto, è stato pieno di iniziative e solidarietà.

Lunedì, 13 Aprile 2020 14:41

 

Una Pasqua certamente diversa, quella all’epoca del Coronavirus. Ma non si può certo dire che i Riomaggioresi non abbiano vissuto grandi emozioni condivise in questo fine settimana, pur rispettando il Dpcm e le diposizioni che invitano a stare a casa per contrastare la diffusione del Covid-19.

Tante le iniziative che li hanno coinvolti e che li hanno resi partecipi di un sentimento di unione, pace e amore e di una grandissima speranza: quella di rinascere. Del resto il messaggio della Pasqua è proprio questo e da un certo punto di vista il lockdown rappresenta un “passaggio”, un momento solo apparentemente fermo che può dare a ciascuno la possibilità di soffermarsi, di pensare ai valori della comunità, di guardare non con nostalgia ma con costruttività al punto da cui ripartire per non farsi cogliere dalla paura e dall’incertezza della direzione verso cui andare.

E’ iniziato tutto sabato mattina con l’arrivo alle 7,30 delle mascherine consegnate dalla Regione Liguria e distribuite a tempo di record da parte dei volontari della Protezione Civile a tutta la popolazione del Comune di Riomaggiore.

Il sabato pomeriggio ha preso un’insolita svolta con la distribuzione delle uova di Pasqua: una meravigliosa sorpresa preparata dal Comune di Riomaggiore dedicata ai bambini, che anche in questo momento riescono a trasformare ogni esperienza in una splendida avventura. Tantissime le corde calate dalle finestre per agganciare le uova, distribuite dai volontari della Protezione Civile e della Pubblica Assistenza Croce Bianca di Riomaggiore che si stanno dando un grandissimo da fare in questo periodo anche nel mantenere alti gli umori. Un gesto di enorme generosità, quello del Comune di Riomaggiore, il cui ricavato, ha dichiarato Fabrizia Pecunia, servirà a finanziare "La Grande Casa dei Capitani Coraggiosi" che l'associazione ABEO Liguria Associazione Ligure del Bambino Emopatico ed Oncologico Onlus porta avanti per accogliere e sostenere le famiglie dei bambini malati di tumori e leucemie in cura all’Istituto Giannina Gaslini di Genova.

Alla sera per la seconda settimana consecutiva si è svolta l’iniziativa “Torna la pizza in paese”, organizzata dal ristorante e pizzeria Veciu Muin di Gabriele Di Gangi assieme al fratello Stefano con il supporto del Comune di Riomaggiore e l’impegno, ancora una volta, della Protezione Civile e della Pubblica Assistenza Croce Bianca di Riomaggiore. Più di 100 le pizze distribuite la scorsa settimana e anche per questa seconda edizione i numeri si sono replicati. E questa volta i Riomaggioresi hanno apprezzato anche i piccoli-grandi doni che la Squadra di Calcio Riomaior 2019 ha voluto fare ai suoi supporter.

Domenica mattina è stata la volta della Santa Messa, proclamata da Don Matteo in diffusione per tutto il paese. Un appuntamento molto importante per i Riomaggioresi che non dimenticano di essere parte di una comunità e che ha vivificato il valore spirituale della Pasqua. Alle 12 le campane hanno suonato a festa e la voce di Francesco Buttà dei Grandi e Fanti, che ha intonato la canzone “Le tue mani”, ha portato la commozione all’apice.

Infine il flash mob “Riomaggiore saluta il mondo” organizzato dagli abitanti ha invaso il paese di “Ciao” scritti su una miriade di lenzuoli bianchi appesi a finestre, balconi e in ogni angolo e scorcio. Un abbraccio collettivo simbolico quello che i Riomaggioresi - in collaborazione con la Pubblica Assistenza Croce Bianca di Riomaggiore, dell’Associazione Culturale Riomaggioresi nel Mondo, della Squadra di Calcio Riomaior 2019, dell’Associazione Commercianti Via dell’Amore e dell’Associazione Ospitalità 5 Terre - hanno dedicato a tutti i visitatori che negli anni sono giunti alle Cinque Terre, innamorandosene e portando nel mondo la loro indelebile immagine di rara bellezza e di unicità.

“Arrivederci a presto: speriamo che il nostro caldo abbraccio sia arrivato in ogni centimetro del mondo abitato!” è l’augurio di Stefano Di Gangi e Marina Canestri, imprenditori a Riomaggiore e ideatori dell’iniziativa.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Alessio Boi - Pronto un "fondo covid" in soccorso agli abitanti: riduzione della Tari, bando per contributi agli affitti e aiuti a famiglie con bambini in difficoltà. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Una commissione per porre l'attenzione sulle problematiche del quartiere: "Succedono cose mai viste". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa