Guerra al Coronavirus: parole d’ordine igienizzare e sanificare In evidenza

Intervista a Enrico Pinza, presidente di Global Trading, azienda di eccellenza del panorama spezzino che opera in tutto il mondo nel settore della sanificazione.

Lunedì, 16 Marzo 2020 16:41

 

L’11 marzo 2020 l’Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato lo stato di pandemia. Un passaggio decisivo, che ha contribuito a rendere chiaro che il Coronavirus Covid-19 non è più una questione di pochi, singoli Stati, ma riguarda tutto il mondo.

Sanificare e igienizzare gli ambienti è diventato un argomento di estrema attualità e importanza.
Per capire meglio alcuni aspetti fondamentali di questa situazione abbiamo contattato Enrico Pinza, presidente di Global Trading, un'azienda di eccellenza del panorama spezzino che opera in tutto il mondo nel settore della sanificazione.

Innanzitutto, di cosa si occupa Global Trading?

Oltre venti anni fa ho deciso di lasciare l'amministrazione pubblica per iniziare un nuovo percorso nel settore dei servizi generali alle imprese, assumendo l'incarico di Direttore Commerciale di un allora neonato Consorzio di società di servizi.

Da quell'esperienza è nata, nel 2004, Global Trading, società specializzata nella prevenzione dei rischi correlati alla contaminazione da agenti patogeni e nella manutenzione di impianti aeraulici (impianti di condizionamento e ventilazione) e Idrici dove trovano habitat naturale, proliferando, eterogenei agenti patogeni quali batteri, muffe, lieviti, legionella, pneumophila, virus in genere, che costituiscono un serio rischio per la salute dell'uomo.

Il nostro interesse si è concentrato da subito particolarmente sul settore navale crocieristico, dove l'attenzione al rischio epidemiologico era ben più alta rispetto a quanto si poteva rilevare nel settore civile ed industriale, dove purtroppo ancora oggi le sensibilità rispetto a queste tematiche non sono così sviluppate, nonostante il quadro normativo lo preveda.

La sua azienda ha avuto una rapida affermazione in un settore dove la concorrenza è agguerrita, ci vuole spiegare il segreto del successo imprenditoriale raggiunto?

Una serie di fattori, un po’ di ambizione, molta volontà, la disponibilità al rischio, la perseveranza e la diligenza, uniti forse ad una visione più ampia del mercato, hanno permesso di realizzare un modello operativo che è stato apprezzato per serietà , professionalità, dinamicità, flessibilità: questo merito va sicuramente riconosciuto anche ai nostri dipendenti.

Spesso accade che per le imprese eccellenti del nostro territorio l'affermazione avvenga lontano. Anche per Global Trading si è verificata la stessa cosa?

Certamente, abbiamo necessariamente alzato il nostro orizzonte: molte tra le più importanti Società di Navigazione hanno sede fuori dal nostro paese e questo ha imposto scelte strategiche e logistiche che hanno portato ad uno sviluppo oltreoceano e, dallo scorso anno, anche in Nord Europa.

Avendo commesse attive in tutto il mondo, il coronavirus ha causato grossi problemi ai lavoratori italiani della vostra azienda?

Purtroppo le ricadute sulla nostra attività dovute all'emergenza Coronavirus sono enormi e sono motivo di preoccupazione per tutta la nostra organizzazione. Le programmazioni a livello internazionale sono saltate, stiamo reggendo con la nostra sister company in USA ma temo che anche in quella nazione, a breve, il comparto dell'industria crocieristica si fermerà. Un grosso problema che, credo, riguardi tante aziende che come noi operano a livello internazionale, soprattutto nel settore dedicato al turismo.

In questi momenti molti uffici, anche pubblici, sono semi deserti, scuole e altre attività chiuse: non si potrebbe in tale frangente sanificare tutta la nostra città?

Sicuramente, avvalendoci dello stop delle attività, potremmo attivare programmi di sanificazione in tutti gli ambienti di vita e di lavoro, fermo restando la necessità di farlo anche in quei luoghi dove le attività non sono state sospese. Se ognuno di noi farà la sua parte, usciremo molto prima da questa paradossale situazione.

Da imprenditore del settore della sanificazione vuole dare dei consigli ai nostri cittadini?

L'emergenza Coronavirus coinvolge tutti, nessuno escluso; a tutti consiglio di seguire con coscienza e senso di responsabilità le indicazioni impartite dal Governo al fine di ridurre il rischio di contagio e comunque di attivarsi con la sanificazione periodica degli ambienti.

In che modo Global Trading interviene per la sanificazione ambientale in questo periodo di emergenza nazionale?

La nostra azienda è ovviamente operativa su tutto il territorio nazionale, abbiamo protocolli di intervento che consentono, grazie all' ausilio di tecnologia (Aerosolizzazione a secco, Ozonizzazione e UV, vapore saturo e Micronizzazione) e disinfettanti su Presidio Medico Chirurgico approvati dall'OMS, a largo spettro di azione e certificati per i Coronavirus, di trattare le superfici degli ambienti indoor, rendendoli immediatamente fruibili al termine del processo.
E' estremamente importante mantenere il livello più alto possibile di pulizia dei locali. Ognuno di noi sa che lo sporco e la sedimentazione di vario genere costituiscono terreno fertile per tutti gli agenti patogeni.

L'intervista è stata realizzata da Gazzetta della Spezia, telefonicamente, nel rispetto del Dpcm 9 marzo 2020

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

I Consiglieri comunali di LeAli a Spezia chiedono un piano della logistica. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Particolare attenzione ad evitare assembramenti davanti agli istituti e sui mezzi pubblici. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa