Tre auto incendiate alle Pianazze, denunciati due pregiudicati In evidenza

Individuati i responsabili dell’incendio di tre vetture avvenuto il 15 ottobre 2019.

Giovedì, 13 Febbraio 2020 16:41

Nel contesto delle indagini condotte dai carabinieri di Sarzana, che ieri hanno portato all’esecuzione di tre ordinanze di custodia cautelare in carcere, nei confronti di tre soggetti, madre, figlia e un avvocato del foro di massa, resisi responsabili di violenza sessuale su minori, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione minorile, i militari della stazione di Arcola hanno anche denunciato a piede libero due pregiudicati, di 50 e 59 anni, ritenuti responsabili degli incendi di tre autovetture, avvenuti ad Arcola nell’autunno dello scorso anno, a seguito dei quali è scaturita l’indagine “Shangai”.

I carabinieri, attraverso la visione delle immagini degli impianti di video sorveglianza dei distributori di benzina nelle immediate vicinanze dell’abitazione di una vittima, e di quelli della città della Spezia, sono risaliti all’autovettura usata dagli indagati quando, nel cuore della notte, poco prima che le fiamme divampassero, hanno fatto scorta di una tanica da 5 litri di benzina prelevati da un distributore di benzina molto vicino al luogo dell’incendio.

È stata così riscontrata la presenza dei due soggetti nei luoghi e negli orari in cui gli incendi sono avvenuti anche se, al momento, rimangono oscuri i motivi delle loro gesta.

Entrambi gli indagati, già sentiti dal Pm e dagli inquirenti, per giustificare i loro movimenti e le operazioni svolte nel cuore della notte, hanno fornito una versione poco verosimile ancora al vaglio dell’autorità giudiziaria.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

 Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Gianni Pastorino (Linea Condivisa): "L'Assessore Viale inizi a confrontarsi davvero con le parti sociali”. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa