Lezioni con la Croce Rossa per i ragazzi del progetto "Dalle seconde alle nuove generazioni" In evidenza

L'obiettivo è quello di fare capire ai giovani l'importanza del volontariato nella società.

Lunedì, 14 Ottobre 2019 11:31

 

Capire l'importanza e l'impatto del volontariato nella vita di tutti i giorni. È solo uno degli obiettivi del progetto “Dalle seconde alle nuove generazioni: nascita di un futuro condiviso” realizzato dalla Cooperativa sociale Mondo Aperto con il contributo di Fondazione Carispezia, nell’ambito del bando 2017 “Integrazione e Inclusione: una sfida possibile”, con il partenariato di Croce Rossa Italiana - Comitato della Spezia e Is.for.coop.

Un progetto di due anni (2018-2020) che mira a promuovere l’integrazione e l’inclusione sociale delle nuove e delle seconde generazioni, supportando il percorso verso la costituzione di un’associazione di volontariato formata da ragazzi di nuova generazione (autoctoni e seconde generazioni) che abbia come finalità la prevenzione del disagio dei ragazzi adolescenti.

All’interno delle varie attività previste dal progetto, la Croce Rossa della Spezia ha organizzato una serie di lezioni rivolte ai ragazzi partecipanti.
In queste lezioni i giovani dell’associazione e altri operatori C.R.I. qualificati, in sinergia con gli operatori di Mondo Aperto, hanno illustrato la storia e la struttura della Croce Rossa, a livello nazionale e internazionale, e le numerose attività svolte sul territorio dai volontari, da quelle rivolte alle fasce più deboli della popolazione a quelle per tutti, come il soccorso in ambulanza.
Ai ragazzi sono state spiegate le numerose attività che vedono impegnati ogni giorno i loro coetanei all’interno della Croce Rossa, come l’educazione alla sicurezza stradale nelle scuole e nelle piazze e la prevenzione delle dipendenze, comprese quelle da sostanze stupefacenti, che nel corso del 2018 ha coinvolto più di 2.000 studenti degli istituti superiori spezzini.

I ragazzi che stanno partecipando al progetto sono rimasti positivamente impressionati dalle attività svolte dalla Croce Rossa e buona parte di loro continuerà il percorso iniziato partecipando anche al prossimo corso per diventare veri e propri volontari.

Una sinergia, quella creata tra Mondo Aperto e i Volontari C.R.I., che ha permesso ai ragazzi di comprendere concretamente l’impatto sociale delle attività di cittadinanza attiva.

Il valore del progetto risiede proprio in questa idea: valorizzare delle competenze che rimangano stabilmente come bene a disposizione della collettività anche al termine del percorso formativo.

Per ulteriori informazioni sul progetto cliccate qui.

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Lisa si mette nei panni di una bambina deportata; Laura in quelli di un giovane soldato nazista; Matteo, Luca e Alessia denunciano la colpa degli "indifferenti". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
A lezione di arte, storia e Costituzione. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa