Minorenne picchiato a calci e pugni in centro: tre ragazzi denunciati In evidenza

La violenza era avvenuta il 12 settembre per uno scambio di persona. La Squadra Mobile ha identificato gli aggressori: uno è minorenne.

Martedì, 08 Ottobre 2019 16:46

Alle ore 20.20 circa dello scorso 12 settembre, una pattuglia della Squadra Volante era intervenuta in piazza del Bastione per la segnalazione di una violenta rissa in strada.

Sul posto, insieme ad alcuni amici e familiari, era presente un diciasettenne albanese, che dichiarava di essere stato picchiato poco prima da un coetaneo mai visto prima, che si muoveva insieme ad un gruppo di una quindicina di persone.

Al ragazzo, condotto all’ospedale, era stata riscontrata la “frattura pluriframmentaria delle ossa nasali proprie” con una prognosi di 30 giorni.

Il giorno seguente il ragazzo aveva sporto querela in Questura, precisando di avere avuto, quella sera, un appuntamento con un suo amico in centro.

Improvvisamente aveva visto arrivare alcuni ragazzi a lui sconosciuti, che avevano iniziato ad insultarlo chiedendogli cosa avesse da ridere e le motivazioni che, il giorno precedente, lo avessero indotto a picchiare un loro amico.

Quando i ragazzi avevano iniziato a colpirlo in Piazza Sant’Agostino, lui era scappato ma, dopo aver effettuato un breve tragitto, era stato dagli stessi raggiunto e picchiato nuovamente con violenza.

La successiva serrata attività d’indagine e la visione delle telecamere presenti nel luogo teatro dell’aggressione, hanno permesso di accertare che, a correre dietro al ragazzo, era stato un folto gruppo di ragazzi, la maggior parte minorenni, alcuni dei quali sicuramente lo inseguivano per colpirlo, altri solo per curiosità.

Successivamente la vittima era stata raggiunta, accerchiata e colpita con calci e pugni senza che potesse in alcun modo difendersi (nella foto la freccia indica la vittima, il cerchio i tre aggressori).

Le indagini hanno anche permesso di chiarire che la parte offesa è stata vittima di uno scambio di persona in quanto ritenuta, erroneamente, responsabile di un’aggressione avvenuta il giorno precedente ai danni di un altro giovane, fatto col quale non aveva nulla a che fare e tuttora oggetto di approfondimenti.

La scrupolosa attività d’indagine, condotta dalla Squadra Mobile della Questura, ha consentito di individuare i responsabili della violenta aggressione, identificati in tre giovani: due diciannovenni, uno albanese residente in provincia di Massa e con precedenti penali e un marocchino residente alla Spezia; un diciasettenne italiano residente in città. Tutti denunciati alle competenti Autorità Giudiziarie per il reato di lesioni personali.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

L'auto si trovava in via XX Settembre, proprio nei pressi dalla Polizia Locale. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Miglior giocatore del torneo Edoardo Polenghi del Rapallo, miglior portiere il sampdoriano Jacopo Pagliughi. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa