Boom dell'indirizzo teatrale al Liceo classico di Sarzana In evidenza

Dalla prima alla quinta: ci sono tutte le classi, per un totale di circa 100 studenti.

Lunedì, 07 Ottobre 2019 14:19

E fanno cinque! È il numero delle classi del corso “B” al Liceo classico ‘Parentucelli’ di Sarzana, a indirizzo teatrale, quest’anno per la prima volta strutturato dalla prima alla quinta. Ora sono più di cento gli studenti che hanno scelto di arricchire il cammino della loro istruzione con un orientamento ritenuto culturalmente all’avanguardia e fondamentale per la formazione di futuri cittadini e professionisti.

Parliamo di una realtà in crescita, effetto della sfida avviata otto anni fa grazie alla spinta dell’ex dirigente Vilma Petricone, di un processo didattico oggi accelerato dal preside Generoso Cardinale e dagli insegnanti Rosarita Cecchinelli, docente di greco e latino, e Giovanni Berretta, operatore teatrale della compagnia ‘Ordine sparso’. E parliamo di un’attività caratterizzata dalla collaborazione degli altri professori liceali e dalla presenza di spazi interni dedicati a sala per lezione e prove.

“Fin dall’inizio - spiega Rosarita Cecchinelli - il nostro istituto ha capito che il teatro, base della cultura greca e latina, poteva dare un contributo di fondamentale importanza alla crescita dei ragazzi per mezzo di esperienze positive nell’attività educativa e nella maturazione intellettuale, favorendo anche lo stare insieme e un migliore rapporto di conoscenza tra gli studenti”.

“Stiamo lavorando nell’ambito di un progetto dell’Unicef – aggiunge Giovanni Berretta – con tante soddisfazioni. Una di queste è stata l’assegnazione del premio ‘Gaber’ negli ultimi due anni a Grosseto. Inoltre partecipiamo a diverse rappresentazioni riservate alle scuole mentre il prossimo 17 gennaio saremo in scena durante la ‘Notte del Classico’. Senza dimenticare a maggio la performance al teatro Impavidi, dove per due giorni di fila il sipario si alzerà su tutti i nostri studenti-attori. Iniziativa quest’ultima preceduta da una parata in città, come avvenne lo scorso maggio quando i ragazzi distribuirono poesie d’amore ai passanti”.

Un discorso a parte lo meritano le attività del ‘laboratorio teatrale aperto’ al quale possono iscriversi tutti gli studenti del Parentucelli, istituto che vanta 1400 ragazzi e altri tre indirizzi (scientifico, amministrativo e agrario). Le ore sono due a settimana, l’inizio è imminente e il gruppo toccherà con mano il fascino del teatro fino a maggio. Proprio mercoledì 9 ottobre dalle 14,30 alle 16 si terrà il primo incontro nell’auditorium dell’istituto rivolto a famiglie e studenti.

“Sono i ragazzi stessi – è ancora Cecchinelli – a elaborare i testi delle loro rappresentazioni dopo averli discusso con gli insegnanti. Le materie letterarie nel nostro caso hanno un taglio più rivolto a temi teatrali rispetto all’indirizzo tradizionale. Un’esperienza la nostra che ha richiamato l’attenzione di altri istituti intenzionati a puntare sulla cultura del teatro”.

Berretta da parte sua sottolinea: “Gli studenti sono sempre molto motivati e appassionati all’arte del teatro al punto da ampliare le ore durante i laboratori del pomeriggio, da insegnare ai più piccoli e da partecipare alle attività di compagnie professionali. Si sentono parte integrante di una comunità e questa è una grande vittoria”.

“Ritengo la curvatura teatrale del Classico – commenta in chiusura il dirigente del Parentucelli Generoso Cardinale – un valore aggiunto per la nostra scuola. I ragazzi e i docenti saranno ancora i protagonisti, i principali attori di un’iniziativa che rappresenta un fiore all’occhiello”.

Il teatro è vivo al ‘Parentucelli’: come detto, con una proposta curricolare dedicata al classico; poi con un laboratorio pomeridiano rivolto ai ragazzi degli altri indirizzi dell’istituto superiore sarzanese; poi ancora con la realizzazione di manifestazioni artistiche e la partecipazione a spettacoli in mezza Italia; per non parlare del progetto di alternanza scuola-lavoro in collaborazione con ‘Ordine Sparso’.

Il Liceo classico opzione teatrale (c’è anche l’opzione musicale organizzata dalla scuola di piazza Ricchetti in collaborazione con l’Accademia Bianchi di Sarzana, però al momento solo le classi III e V hanno alunni che hanno fatto questa scelta) è un corso di studi che, accanto alle discipline proprie dell’indirizzo classico, inserisce nuove materie quali Storia del teatro, Teatro fisico; inoltre la Storia dell’Arte è insegnata fin dal primo anno. Nessuna differenza invece per quanto riguarda il numero complessivo di ore di lezione per via della variazione applicata a quelle di latino e greco e di altre materie.

Il corso, oltre a rilasciare il diploma di maturità classica, titolo per iscriversi a qualsiasi università, con l’inserimento di materie quali teatro e musica, fornisce competenze e conoscenze per coloro che in futuro intendono specializzarsi nel mondo della comunicazione e dello spettacolo, favorendo l’accesso alle numerose facoltà universitarie e alle accademie in cui sono presenti le discipline dello spettacolo.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

"Volevamo che il Sindaco, in quanto da un po’ anche assessore alla cultura, ci spiegasse il valore e il perchè delle sue scelte". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Un convegno sulla terapia iperbarica organizzato per fare il punto sul suo impiego in diverse patologie e condizioni post traumatiche. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa