Vivi social: diventa volontario AVO In evidenza

Il 24 ottobre la Giornata Nazionale dell'Associazione Volontari Ospedalieri.

Lunedì, 30 Settembre 2019 15:17

Quest'anno, in occasione della XI Giornata Nazionale, l'Associazione Volontari Ospedalieri si rivolge ai giovani per accompagnarli in un nuovo contesto social.

In un periodo storico in cui la realtà virtuale spesso prevale e in cui, forse, si è più attenti a coltivare relazioni nei social media, l'AVO vuole richiamare l'attenzione dei ragazzi sul vero significato della parola “Social”.

Non solo likes e followers, ma incontri di sguardi e mani che si stringono.
Speranze, emozioni e sentimenti comunicati non tramite una tastiera ma con gli occhi e un sorriso.

Il 24 Ottobre, i volontari AVO saranno testimonial di vita vera, una vita che scorre con tutta la sua energia anche nelle corsie degli ospedali, nelle case di riposo e negli hospice.
E chi meglio dei 23.000 volontari AVO, con oltre 3.000.000 ore di servizio annuo gratuito, può rappresentare ai giovani la bellezza e l'importanza di aiutare concretamente le persone in un loro momento di difficoltà, debolezza o solitudine?

Grazie al progetto promosso dalla Federavo con la collaborazione di tutte le 240 AVO locali italiane, il 24 Ottobre 2019 le testimonianze dei volontari verranno trasmesse agli studenti delle classi quarte e quinte degli Istituti medi superiori presenti nelle sedi in cui l'AVO opera quotidianamente.
Sarà bello sapere che in occasione della Giornata Nazionale AVO, istituita il 24 Ottobre 2009 con Decreto del Presidente della Repubblica, i valori dell'Associazione saranno “condivisi” nel senso proprio del termine da moltissimi ragazzi che potranno sentirsi al 100% Social!

Anche Tu, il 24 Ottobre 2019 “VIVI SOCIAL: DIVENTA VOLONTARIO AVO”!

Per maggiori informazioni sull’Associazione e sul progetto, visitate il sito.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Lisa si mette nei panni di una bambina deportata; Laura in quelli di un giovane soldato nazista; Matteo, Luca e Alessia denunciano la colpa degli "indifferenti". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
A lezione di arte, storia e Costituzione. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa